L’Enterprise sull’Intrepid

Non si tratta dell’Enterprise e dell’Intrepid, ma dell’Enterprise e dell’Intrepid.

Il 23 novembre 2011 lo Space Shuttle Enterprise è stato ceduto al Museo del Mare, dell’Aria e dello Spazio Intrepid di New York (che forse avete visto nel film Io sono leggenda o in altri).

Il trasferimento fisico del veicolo orbitante doveva avvenire oggi, ma è stato rimandato a data da destinarsi a causa della pioggia. Non è che avessero paura di bagnarsi i piedini… è che l’impatto a mitraglia delle gocce di pioggia, alla velocità di crociera dello SCA, avrebbe sbriciolato le piastrelle dello Space Shuttle (e il piastrellista si fa pagare non poco, eh?), e inoltre l’autonomia dello SCA è abbastanza limitata, cosa che rende il dover dirottare verso un altro aeroporto un rischio da evitare.

Salvo complicazioni, quando le condizioni meteorologiche lo renderanno possibile, lo SCA porterà lo Shuttle a New York, dove effettuerà dei passaggi a (relativamente) bassa quota su vari punti fotogenici della city, poi atterrerà al JFK e l’orbiter verrà assicurato su una chiatta, che verrà rimorchiata fino al museo. Lì verrà issato da una gru e messo in posizione sul ponte di volo dell’Intrepid, dove farà bella mostra di sé.

Quando è passato dalle mie parti me lo sono perso, magari un giorno farò una scappata al Museo Intrepid.


3 commenti a L’Enterprise sull’Intrepid

  1. Autonomia limitata per lo SCA?

    E da Edwards al KSC come faceva, prendeva la Route 66?

  2. Tra parentesi, i commenti sono BELLISSIMI…

    “Come se chiama?” “Missile…” “Ah, e’ un missile queeo sopra?” “Speriamo che non scoppi…” “E che, quer fregnetto deve arriva’ sulla Luna?”

  3. Dimenticavo. Quel giorno mia madre mi fece saltare scuola, fatto inaudito, e mi porto’ a Ciampino a vedere l’Enterprise. Peccato che all’epoca ne’ io ne’ mio fratello avessimo una qualche macchina fotografica.