Game On

Leicestershire Teenage Pregnancy Partnership ha utilizzato la metafora del famoso gioco Super Mario Bros. per sensibilizzare i giovani britannici in tema di gravidanze tra i giovani, un problema molto sentito oltremanica.

(e per questa volta evito i tag calo di produttività e sicurezza)

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

2 pensieri riguardo “Game On”

  1. L’idea è ottima ma i commenti al video sono estremamente deprimenti: almeno 2 parlano di promuovere l’astinenza (ripetete con me: ha-HA!)… Ma devo dar ragione a quelli che dicono che il videogame a 8 bit non ha lo stesso impatto sui ragazzi di questa generazione perché non li hanno vissuti.

    1. L’appeal dei videogame “retro” lascia forti dubbi anche a me.
      Va detto che Super Mario non ha connotazioni “violente” e il franchise e’ ben noto a causa dei vari sequel, un po’ come se avessero utilizzato le immagini di “A New Hope” di Star Wars.
      Certo, se avessero utilizzato i paradigmi di un “first person shot” moderno, sarebbe stato un po’ piu’ “violento”, cosa IMHO da evitare quando c’e’ di mezzo il sesso.

Spazio per un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.