Caro amico, ti scrivo… così bevi un po’!

No, non c’è nessun refuso nel titolo.

Un giovanotto, noto su internet come Morskoiboy, ha progettato una macchina da scrivere che converte ogni parola in un cocktail. Ogni tasto è collegato a una bottiglia contenente quello che sembra o liquore o succo di frutta (considerazione per fegati astemi?).

Leggete come qui.

E qui ci starebbe bene la tag, bevete responsabilmente! specie quando scrivete lettere! D’amore o odio poca è la differenza…

Un commento su “Caro amico, ti scrivo… così bevi un po’!”

Spazio per un commento