Spam a colori

Diversi miei conoscenti, in numero basso ma comunque preoccupante, mi hanno contattato, pressoché nella stessa giornata, chiedendomi lumi su dei messaggi di posta elettronica che sospettavano essere phishing, ma che erano passati liberi e belli attraverso i filtri anti-spam. Tagliando corto, adesso bisogna fare anche l’analisi cromatica… Leggi tutto “Spam a colori”

Le email ai tempi del ransomware

Credo che oramai più o meno tutti gli utenti un minimo esperti abbiano capito cosa è un ransomware e anche che non si clicca mai su link o files allegati a email che contengono informazioni inesatte (numeri di partita iva errati, codici cliente errati, ecc) o incomplete (nessuna indicazione del nome dell’azienda o della persona a cui è destinata la mail, per esempio, ma un semplice “Spett.le utente@dominio.tld, ecco la sua fattura in allegato”).

Leggi tutto “Le email ai tempi del ransomware”

Punti di vista – I Chindōgu

Siamo diventati troppo tecnologici o troppo pigri? Sia come sia, trovo che questa sia una genialata e permette anche di ovviare all’acquisto di un guanto di coppia 😀

Fonte

E’ molto che non posto ma mi piace iniziare il 2014 con una di quei gadget che sono assolutamente inutili al di fuori della specifica funzione per cui sono stati creati. I Giapponesi ne hanno fatto un’arte: si chiamano Chindōgu e gli esempi più classici si sono visti decine di volte in rete.
Stando a Wikipedia i Chindōgu devono avere specifiche caratteristiche:
“1. un chindōgu non può avere un utilizzo reale;
2. un chindōgu deve esistere fisicamente;
3. in ogni chindōgu è insito uno spirito di anarchia;
4. i chindōgu sono strumenti per la vita quotidiana;
5. i chindōgu non sono in vendita;
6. l’umorismo non dev’essere la sola ragione per creare un chindōgu;
7. il chindōgu non è pubblicitario;
8. i chindōgu non trattano mai temi scabrosi;
9. il chindōgu non si può brevettare;
10. i chindōgu non hanno pregiudizi.”

A seguire alcuni dei miei preferiti (e che userei… se sapessi dove comprarli!!): Leggi tutto “Punti di vista – I Chindōgu”

Trentennale del Sinclair ZX Spectrum

Il 23 aprile 1982 veniva lanciato un computer storico: lo ZX Spectrum della Sinclair.

Leggi tutto “Trentennale del Sinclair ZX Spectrum”

La sindrome da hard disk pieno

Io la chiamo così. È una sindrome, ovviamente, ed è estremamente facile da diagnosticare.

Hai un hard disk da 20 MB? Hai 21 MB di dati da mettere sull’hard disk.

Hai un hard disk da 128 GB? Hai 129 GB di dati.

Hai un hard disk da 6 TB? Hai 7 TB di dati.

Leggi tutto “La sindrome da hard disk pieno”

T-shirt cyberpunk

I due capisaldi della corrente cyberpunk sono stati senza dubbio la trilogia dello sprawl di Gibson e Blade Runner, uno per aver aver dato forma a questo sottogenere l’altro per averlo visualizzato.

Negli anni ’80 molti degli appassionati che possedevano un computer avevano sul case o da qualche parte un riferimento alla trilogia di Gibson. Per quanto mi riguarda, il mio primo portatile, uno Zenith SupersPORT 80386, aveva all’esterno un’etichetta ONO-SENDAI.

Per tutti i cowboy che non riescono a vedere una TV sintonizzata su un canale morto senza pensare al cielo sopra al porto, questo è il posto dove comperare delle magliette.