Tag: 0 day

  • Zero-Day contro PowerPoint

    Ieri Microsoft ha rilasciato un bollettino di sicurezza su una vulnerabilità della tecnologia OLE. Il bollettino parla di limitati exploit in circolazione che sfruttano PowerPoint, altri non sono così ottimisti. Sono interessate tutte le versioni a 32 bit di Microsoft Office. Attenzione che il 32 bit si riferisce alla versione di Office, non del sistema operativo, quindi un […]

  • Zero Day in Symantec Endpoint Protection

    I ricercatori di Offensive Security hanno scoperto alcune vulnerabilità in Symantec Endpoint Protection. Per il momento l’organizzazione ha deciso di non pubblicare il codice per sfruttare queste vulnerabilità, ma si è limitata a pubblicare un video dove si vede un Windows 7 32 bit SP1 aggiornato con installato l’ultima versione 12.1.4100.4126 aggiornata del software di […]

  • MSIE + Flash = 0-Day

    Nuovo Zero-Day di Internet Explorer con installato il plugin di Adobe Flash. Secondo Microsoft stessa la vulnerabilità interessa tutte le versioni del browser dalla 6 alla 11 incluse, anche se lo 0-day che è stato analizzato (ma non è detto che non ne esistano altri) colpisce solamente le versioni dalla 9 alla 11 incluse. La vulnerabilità […]

  • Zero Day per Windows XP e Server 2003

    FireEye ha scoperto un malware che sfrutta una vulnerabilità non ancora corretta del kernel di Windows XP e Winodws Server 2003 che permette un guadagno locale di privilegi. Se questa vulnerabilità non permette direttamente di eseguire del codice da remoto, consente comunque di eseguire del codice con privilegi elevati. Esiste un documento PDF che sfrutta […]

  • Un altro zero-day per Internet Explorer

    Questa storia rischia di diventare una rubrica settimanale. FireEye Labs ha scoperto un nuovo zero-day di Internet Explorer. Si tratta di un attacco ROP portato al programma quando questo verifica la data dell’header PE di msvcrt.dll. Se l’attacco va a buon fine, il malware può eseguire codice arbitrario sul computer della vittima (remote code execution). Il […]

  • Prodotti Microsoft vulnerabili ai file TIFF

    Alcuni prodotti Microsoft sono sensibili ad un attacco portato attraverso file grafici TIFF. Questo formato è sconosciuto ai più, ma ha una certa diffusione nel campo della grafica e assimilati: la regola generale è che se non l’avete mai sentito nominare è perché non avete mai avuto bisogno di utilizzarlo. Tuttavia è possibile attaccare una […]

  • Zero-day per Internet Explorer (con fix)

    Microsoft ha rivelato l’esistenza di uno zero-day per Internet Explorer. Secondo i ricercatori di Qualys, per il momento gli attacchi sarebbero geograficamente limitati all’area del Giappone, ma potrebbero diffondersi una volta che è stato rivelato il problema. La vulnerabilità scoperta permette di eseguire dei programmi arbitrari sul computer della vittima (remote code execution) inducendola a […]

  • Vulnerabilità per Internet Explorer 6, 7 e 8

    Microsoft ha diramato il Security Advisory 2794220 che documenta una vulnerabilità delle versioni di Internet Explorer fino alla 8 inclusa. La vulnerabilità, già sfruttata da alcuni attacchi, permette ad un malintenzionato di eseguire programmi arbitrari sul computer della vittima (remote code execution). Chi ha Windows Vista o Windows 7 dovrebbe installare Internet Explorer 9. Purtroppo per […]

  • Pericolosa vulnerabilità di Internet Explorer

    Lo scorso lunedì è stata diramata la notizia di uno zero day che colpisce tutte le versioni di Internet Explorer fino alla 9 inclusa. La vulnerabilità del browser permette di eseguire un programma arbitrario sul computer della vittima attraverso un heap spray se questa visita un sito con una pagina creata allo scopo. Anche il […]

  • Anatomia di un attacco

    Gli 0-day dei software, specialmente quelli molto diffusi, non valgono nemmeno più la pena di essere citati tutti. Quello scoperto da poco in Adobe Reader è interessante per come è stato sfruttato. Purtroppo la scansione degli eventi che segue potrebbe essere falsata dalle differenze di fusi orari, ma per ora dobbiamo convivere con questa maledizione. 🙂