13 Settembre 1999

Sì è un repost, ma per molte persone della mia generazione, Spazio 1999 è arrivato prima di Guerre Stellari e prima di Star Trek. Assieme a UFO, a Il Prigioniero e a pochi altri, è il telefilm che ha forgiato il mio immaginario visuale della fantascienza e quindi mi sento in dovere di rendere omaggio a questa serie unica. Se nei negozi o gallerie di arredamento Kartell o Artemide vedete oggetti che vi ricordano la base Alfa è perché sono stati usati proprio quegli oggetti; c’è addirittura qualcuno che li ha catalogati. Era un modo nuovo di vedere l’esplorazione spaziale: lo spazio veniva considerato esattamente come un’abitazione da decorare e abbellire.

Un grazie infinito ai coniugi Anderson, alla coproduzione RAI, alle belle storie, ai bravissimi attori e ai tecnici degli effetti visuali. Sappiate che è tutta colpa vostra!

Alfa potrebbe non essere così costante

Uno dei tanti significati di α, la prima lettera dell’alfabeto greco, è la costante di struttura fine.

Quella che sembra una technobabble di Star Trek è un numero adimensionale, nel senso che non è un valore in litri, metri, watt… ma esprime un rapporto tra costanti fisiche ed assume lo stesso valore indipendentemente dalle unità di misura utilizzate per misurare le singole grandezze.

α vale circa 1/137 ed è considerato una costante, almeno fin’ora.

Leggi tutto “Alfa potrebbe non essere così costante”