Fotografia digradante

Tutti i fotoamatori avranno almeno sentito parlare del cosiddetto filtro a densità neutra graduato o, più semplicemente, filtro digradante (qualcuno lo chiama in inglese filtro GND, Graduated Neutral Density).
Non tutti ne avranno usato uno, molti forse non hanno idea delle sue possibilità.
In questo post, racconto un po’ la mia esperienza con lo strumento in modo che possa tornare utile ad altri.

Io non ho un filtro digradante e mai avrei pensato di volerlo comprare, pensando che la sua utilità fosse limitata.
Questo prima di iniziare ad utilizzare la sua controparte digitale.

La mia vacanza estiva ai fiordi norvegesi è purtroppo stata parzialmente rovinata da un meteo per la maggior parte inclemente.
Al ritorno, tuttavia mi sono reso conto che gli scatti non solo mostravano un cielo brutto, il che era perfettamente comprensibile, ma risultavano in generale più piatte di quello che ricordavo.
Dopo un po’ di ragionamenti, è risultato chiaro che il problema delle fotografie fosse proprio il cielo.
Come probabilmente tutti sapete, il sensore di una fotocamera digitale non ha la gamma dinamica dell’occhio umano, di conseguenza non riesce a rendere su file tutte le sfumature del sentiero, del prato, del bosco, della strada, del cielo e del sole. Una soluzione a tutto questo è l’utilizzo della tecnica del HDR che però spesso è scomoda da usare quando si è in viaggio e spesso si rivela anche un overkill.
Il filtro graduato viene in aiuto in situazioni in cui la perfetta esposizione del terreno e del panorama porta a una sovraesposizione del cielo che risulta molto spesso biancastro o uniformemente grigio. Leggi tutto “Fotografia digradante”

Bloccare le conferme di lettura con Postfix

Alcune organizzazioni vogliono impedire che vengano inoltrate le conferme di lettura dei messaggi.

Con Postfix questo blocco si attua attraverso la funzione header_checks. Nel file main.cf si specifica qualcosa tipo

header_checks = regexp:/etc/postfix/header_checks

La distribuzione standard di Postfix contiene un file header_checks senza direttive ma con alcune istruzioni sommarie nei commenti.

Tenendo presente che le conferme di recapito hanno generalmente tra gli header la direttiva MIME che indica che il contenuto è di tipo Multipart/Report (RFC6522), è sufficiente aggiungere una riga di questo tipo a /etc/postfix/header_checks

/^Content-type: Multipart\/report/   DISCARD

Il file va quindi compilato con

postmap /etc/postfix/header_checks

e alla fine si ricarica Postfix per attivare la configurazione.

Olimpiadi porno

Rosso / RedLo so che questo titolo farà alzare a dismisura le hit di questa pagina, ma non l’ho scelto per questo. 🙂

Come fa notare Mikko Hypponen (ne avevo bisogno perché non seguo gli eventi sportivi), la trentesima olimpiade estiva che si terrà a Londra espressa, come d’abitudine, in numeri romani contiene la stringa XXX.

Bloccare quella stringa nel firewall/proxy è semplicemente da pirla, ma so che succederà, specialmente a quelli che metteranno .xxx non sapendo che il sistema interpreta una regex che matcha la stringa xxx preceduta da un qualsiasi carattere.

Prepariamoci al salto degli ostacoli dei falsi positivi.

La Germania abolisce i filtri Internet

La Germania ha deciso di abolire il sistema di filtraggio preventivo di Internet in funzione dal 2009 con lo scopo di bloccare l’accesso a siti di pedopornografia.

La legge era assai controversa fin dalla sua entrata in vigore ed era stata bollata subito come inefficace e come il seme di una possibile introduzione della censura su scala più ampia.

Il blocco veniva effettuato dai provider tedeschi e tutti gli utenti avevano capito fin da subito quanto fosse facile aggirare il blocco, rendendo inefficace il provvedimento.

L’attuale ministro federale della giustizia Sabine Leutheusser-Schnarrenberger ha definito questa legge una “soluzione superficiale”.

La nuova soluzione adottata nel caso in cui si scopra un sito di pedopornografia è quella ovvia: cancellarlo.

Leggi tutto “La Germania abolisce i filtri Internet”

Postfix: bloccare le mailing list hackerate

Fortunately it's a bug!Capita ogni tanto di dover bloccare un flusso cospicuo di mail in arrivo da un indirizzo o una mailing list hackerata o che rifiuta il comando di disiscrizione e di doverlo fare adesso.

I filtri applicati ai client possono essere efficaci, ma non comunicano al mittente la nostra intenzione di non voler ricevere più i suoi messaggi. Nel caso di un list server, inoltre, la raffica di delivery failure dovrebbe provocare la rimozione amministrativa dell’account. Leggi tutto “Postfix: bloccare le mailing list hackerate”