IBM esce dal mercato x86

Il via libera delle autorità regolatorie di USA ed Europa al passaggio di proprietà della divisione server x86 a Lenovo sancisce l’uscita definitiva di IBM dal mercato dell’hardware x86.

Era il 12 agosto 1981 quando IBM presentava il suo PC modello 5150, 33 anni dopo Big Blue abbandona il mercato x86.

IBM aveva già ceduto la sua divisione PC a Lenovo a fine 2004, ma aveva deciso di tenere per sé la parte server x86. Oggi è arrivato l’OK per il passaggio anche della divisione server, che verrà perfezionata entro il prossimo 1 ottobre.

Secondo IT Candor, il mercato dei server x86 è gestito grosso modo per un quarto da HP e un quarto da Dell; dietro queste due marche al terzo posto c’era IBM che non arrivava al 6% lo scorso anno.

Lenovo dovrà darsi da fare per risalire la china, dovrà dimostrare di avere sia un prodotto affidabile a prezzo concorrenziale sia, soprattutto, un’assistenza post vendita efficace e celere almeno tanto quanto HP e Dell. Se un PC può stare fermo una settimana, non è certo il caso di un server x86.

Motorola, Google e i brevetti

Nel 2011 Google aveva acquisito Motorola per 12,4 miliardi di dollari.

La mossa aveva fatto alzare non poche sopracciglia, dal momento che Google rischiava di entrare in concorrenza con alcuni suoi clienti (tra cui HTC e Samsung) nel campo della produzione di hardware per telefonia mobile.

Dopo due anni e mezzo BigG rivende Motorola a Lenovo per 2,91 miliardi, una settimana dopo che Lenovo si era aggiudicata la fascia x86 dei server IBM per 2,3 miliardi di dollari.

E gli altri 9,49 miliardi?

Leggi tutto “Motorola, Google e i brevetti”