Abuso di utenti con privilegi elevati

Una delle norme più virtuali dei SysAdmin *NIX e’ l’uso di sudo al posto di su - e della shell interattiva di root. Tutti dicono di farlo e pochi lo fanno per una mera ragione di praticità (e poi non è simpatico digitare continuamente la propria password sotto gli occhi della gente).

Chi amministra *NIX lo fa spesso con un’interfaccia a riga di comando, quindi l’utilizzo della shell con privilegi di root è veramente quasi sempre dedicata ad attività amministrative.

Gli amministratori di Windows fanno anche di peggio. Leggi tutto “Abuso di utenti con privilegi elevati”

La guerra civile per il computer universale

Cory Doctorow ha cortesemente concesso il diritto di pubblicare la traduzione del suo discorso The Coming Civil War over General Purpose Computing.

Quindi ecco la nuova pagina L’imminente guerra civile per il computer universale direttamente accessibile dalla barra di menu sotto al titolo del blog. La prima stesura della traduzione è mia; Paolo Attivissimo ha rifatto rivisto il mio testo per dargli un aspetto professionale e, soprattutto, sensato. Ancora una volta grazie a Paolo per aver dedicato parte del suo pochissimo tempo libero per questa revisione.

Il discorso sulla guerra civile è il seguito di quello sul computer universale. Non sono letture leggere né brevi, ma sono pregne di concetti e di spunti di riflessione. Cionondimeno vale la pena prendersi una decina di minuti per affrontarle perché offrono un punto di vista su una serie di possibili scenari futuri che potrebbero portare a situazioni non esattamente simpatiche per quanto riguarda le nostre interazioni con i computer e per tutto quanto è comandato da loro.

Nel discorso della guerra civile c’è un’ampia parte dedicata ai rapporti tra personale IT e utenti, con un breve excurus storico su come il personal computer sia entrato in azienda.

Buona lettura.

Aggiornamento – Se qualcuno pensa che quelle scritte negli articoli sono fantasie di un hippy un po’ naïf, considerate che Apple ha brevettato un sistema per disabilitare alcune funzioni (leggi: telecamera) dei dispositivi in base alla posizione (leggi: dove a qualcuno non piace che vengano scattate foto).