Due tool command line

Capita ogni tanto di essere davanti ad un terminale ad aspettare che finisca un’operazione sistemistica oppure di aver bisogno un’informazione e trovarla senza utilizzare un browser.

Questi due programmi sono utili proprio in quei due contesti. Leggi tutto “Due tool command line”

Wikipedia passa in HTTPS

wikihttpsA partire da oggi Wikipedia utilizza HTTPS per il login degli utenti e mantiene il protocollo crittografato per il resto degli accessi al sito.

Questa decisione, già parte del percorso di tutela della sicurezza, è stata anticipata alla luce dei recenti eventi legati alle rivelazioni di Edward Snowden secondo le quali Wikipedia sarebbe stata uno dei metodi per tracciare le persone poste sotto sorveglianza.

Per il momento HTTPS non viene attivato sulle versioni di Wikipedia di Paesi che scoraggiano o vietano quel protocollo: cinese (zh.*), fārsì (fa.*), gilaki (glk.*), curdo (ku.*), mazanderani (mzn.*) e soranî (ckb.*). In seguito la decisione di utilizzare o meno HTTPS sarà basata sulla geolocalizzazione dell’indirizzo IP dell’utente che visita Wikipedia.

Ovviamente HTTPS non garantisce l’anonimato né la riservatezza assoluti di ciò che si sta visitando, ma contribuisce, in generale, a ridurre i rischi di furto di informazioni riservate. Esistono firewall normalmente acquistabili su cui si possono abilitare dei veri e propri attacchi di man-in-the-middle per poter analizzare le pagine visitate e confrontarle con le policy impostate. [via Wikimedia Meta]

Modifiche realtime alla wikipedia

rcmaprcmap è uno dei tanti esempi di un nuovo modo di rielaborare i dati disponibili online in tempo reale.

Nei primordi della diffusione di Internet, in tema di accesso ai dati la Rete veniva utilizzata essenzialmente per pescare dai repository FTP di università o società per scaricare le ultime versioni di dati o programmi. La velocità di trasferimento era tale che venivano realizzate e vendute raccolte in CD-ROM con le copie dei siti FTP più famosi; chi ricorda ftp.cica.indiana.edu? Ci sono ancora in giro dei file (questo è datato 1998) che ne parlano.

L’esplosione del fenomeno Internet e la diffusione dei browser HTTP hanno avviato dalla seconda metà degli anni 90 l’abitudine di collegare tra loro diverse pagine HTML statiche attraverso i link ipertestuali. In questo modo venivano correlati tra loro i contenuti della Rete, fruibili tramite un’interfaccia unitaria (il browser) in grado di trasferire informazioni attraverso diversi protocolli interconnesse grazie all’adozione degli URI.

Leggi tutto “Modifiche realtime alla wikipedia”

Pagine cancellate da Wikipedia

WikipediaLa versione inglese di Wikipedia tiene traccia delle pagine cancellate con nomi o contenuti strani o degni di nota umoristica.

Per ricollegarsi all’articolo precedente, è stata proposta (e cassata) molte volte la creazione di una pagina con titolo
3.141592653589793238462643383279502884197169399375105820974944592307816406286208998628034825342117068 che sarebbe stata una ridirezione a Pi.

Ce ne sono alcune legate alla Star Wars, come la List of caves on Dagobah that are strong with the dark side of the force (con un solo elemento, ovviamente) e Noooooooo e ‘N’ seguito da moltissime ‘0’  che ridirigevano verso Darth Vader.

Non esiste un analogo nella versione italia, che tiene però traccia delle pagine cancellate nell’ambito della categoria delle cancellazioni.