Non lasciare aggiornamenti di Windows in sospeso

Gli aggiornamenti del sistema operativo sono fonte di lunghi dibattimenti, troppo spesso basati su limitate esperienze personali e non su dati raccolti in maniera scientifica.

Quante volte abbiamo sentito qualcuno dire «Ricordo che una volta nel 2003 ho fatto un aggiornamento e il giorno dopo mi si è rotto l’alimentatore del server».

Non ridete, ho sentito molto spesso opinioni di amministratori di sistema (non solo Windows…) basati su esperienze personali episodiche e non su una popolazione statisticamente significativa.

Vi do un’ulteriore buona ragione per installare gli aggiornamenti. Leggi tutto “Non lasciare aggiornamenti di Windows in sospeso”

Rallentamenti di XP e Windows Update

Porta del tempo / Time portalUn altro chiodo sulla bara di XP a quattro mesi dalla fine del supporto.

In alcune condizioni, XP è particolarmente lento all’avvio; osservando l’elenco dei processi si vede che svchost.exe sta usando moltissime risorse e continua a farlo per un po’ di tempo, da una decina di minuti ad un’ora. Questo capita in modo particolare nelle installazioni che hanno ancora Internet Explorer versione 6 o 7; può capitare anche in altri casi, ma più raramente.

Finalmente Microsoft ha spiegato il motivo di questo rallentamento: il client di Windows Update.

Il software degli aggiornamenti di Windows XP scarica l’elenco degli aggiornamenti disponibili da Microsoft (o dal server WSUS di riferimento) e lo analizza per capire quali siano quelli da applicare. Molti aggiornamenti rilasciati da Redmond sono cumulativi, ovvero includono in un unico pacchetto molti aggiornamenti rilasciati in precedenza. È una scelta molto valida ed efficiente perché, quando funziona, riduce notevolmente i tempi di aggiornamento e assicura che vengano applicati tutti gli aggiornamenti precedenti. Un tipico esempio è il Service Pack.

Tuttavia l’algoritmo della procedura di verifica è tale per cui per ciascun aggiornamento sostituito da uno successivo il tempo di analisi raddoppia, creando un incremento geometrico del tempo necessario per analizzare il computer. Per le vecchie versioni di Internet Explorer ci sono aggiornamenti che ne sostituiscono oltre 40.

Leggi tutto “Rallentamenti di XP e Windows Update”

Fine del supporto di Windows XP

Il supporto di Windows XP cesserà fra un anno.

Dopo l’8 aprile 2014 non ci saranno più aggiornamenti di Windows XP, come oggi non ci sono più aggiornamenti per Windows 2000.

Prima di festeggiare, giova ricordare che da quel giorno eventuali vulnerabilità che verranno scoperte non saranno più corrette. Da quel giorno chi usa ancora Windows XP sarà lasciato a se stesso perché utilizza un software oramai obsoleto. I computer con Windows XP collegati direttamente a Internet saranno un possibile danno per tutti perché potrebbero diventare dei veicoli di attacco contro altri utenti.

C’è un anno di tempo per pianificare la sostituzione dei Windows XP con qualcosa di più nuovo.

Purtroppo molti fornitori di software approfittano di questa necessità per costringere i clienti a pagare cifre importanti per un aggiornamento: c’è un anno di tempo per negoziare l’aggiornamento con il fornitore, facendo ben capire che esiste la concorrenza.

Se Windows XP fa parte di un sistema di produzione che non può essere cambiato, c’è un anno di tempo per valutare come isolare la parte di produzione con un firewall.

Da oggi Siamo Geek visualizza il conto alla rovescia nella colonna dei widget per ricordare quanti giorni rimangono per abbandonare un sistema oramai vecchio. Il conto alla rovescia è cominciato. (via Microsoft Security Blog)

Ottimizzazione di WSUS

Windows Server Update Services (WSUS) è un utile servizio di Windows Server che permette di gestire gli aggiornamenti automatici di Windows.

La consolle di amministrazione di WSUS ha una funzione di ottimizzazione e cleanup che, però non ottimizza le tabelle SQL.

Dopo qualche tempo gli indici si frammentano e le performance calano in maniera sensibile, anche considerando il fatto che spesso WSUS viene installato in un server secondario.

Lo script che segue ricostruisce e ottimizza gli indici delle tabelle utilizzate da WSUS.

Leggi tutto “Ottimizzazione di WSUS”