Tuoni e fulmini! … e antimateria!

I ricercatori che lavorano al telescopio spaziale Fermi hanno fatto una scoperta importante mentre stavano studiando i lampi gamma che si producono durante i temporali (si pensa che siano causati dal campo elettrico): durante i temporali stessi si forma antimateria.

Il telescopio rileva, tra gli altri, un particolare tipo di lampi gamma, quelli che si formano durante il processo di annichilazione materia/antimateria.

Come viene spiegato dal video, la sonda in orbita ha rilevato dei lampi gamma, ma il temporale più vicino era oltre l’orizzonte, per cui i lampi rilevati non potevano essere relativi a quel temporale.

I rilevatori interni del telescopio hanno registrato radiazione gamma, per cui si è giunti alla conclusione che fosse stato il telescopio stesso a diventare fonte di lampi gamma. Questi lampi, inoltre, avevano quella particolare caratteristica relativa all’annichilazione dell’antimateria.

La teoria quindi è che dai lampi gamma che si generano nei temporali si formino elettroni e positroni e che l’antimateria viaggi lungo le linee del campo magnetico terrestre. Quando questi positroni hanno incontrato il telescopio Fermi, si sono annichilati con gli elettroni del telescopio.

Spazio per un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.