Digital Champion… che delusione!

Caro Digital Champion italiano,

leggo sul tuo sito che la tua è una carica istituzionale paragonabile a quella di un Ambasciatore dell’Innovazione.

Proprio per questo motivo mi aspetto che una figura del genere sia estremamente attenta a quello che è il panorama digitale italiano, Leggi tutto “Digital Champion… che delusione!”

Enjoy-Eni, ritorno al passato

RaccomandataPremessa: sono un felicissimo abbonato a Car2Go, il primo servizio di car sharing privato di Milano. Quando mi sono iscritto, dopo aver fornito tutti i miei dati online (inclusa la patente), mi sono recato a ritirare la tessera in uno dei diversi centri.
Verso la fine di Dicembre dello scorso anno ho cercato di iscrivermi ad un altro servizio identico, Enjoy, di proprietà di Eni. Durante la procedura di iscrizione fatta totalmente online (esattamente come quella di Car2Go) ho scoperto che “informaticamente” la mia patente era scaduta. Sottolineo l'”informaticamente” in quanto nella realta la mia patente era validissima, come aveva anche verificato Car2Go all’atto del ritiro della tessera.

La procedura di iscrizione a Enjoy aveva, comunque, memorizzato la mia email. Leggi tutto “Enjoy-Eni, ritorno al passato”

Sempre sull’alfabetizzazione digitale

[…] ho l’impressione che al tempo di Twitter, tutti abbiano pensato di poter discutere di questa cosa in 75 caratteri. […]

Qalfabetizzazione-informatica-in-italiauesta frase, pronunciata ieri dal sindaco di Livorno Alessandro Cosimi durante la trasmissione “24 Mattina” su Radio 24 mi ha colpito per due motivi, casualmente tanto legati quanto totalmente in contrasto tra loro.

La prima cosa che ho notato è stato, ovviamente, il grossolano errore nel numero di caratteri che sono consentiti da Twitter. Il conduttore della trasmissione, Alessandro Milan, ha infatti aggiunto, con una sottile ritasina “anche 140…“, senza però impuntarsi su questo concetto che l’interlocutore, preso dalla foga del suo discorso, non ha assolutamente colto. E proprio perchè non ha chiesto scusa, non si è corretto, non ha nemmeno cambiato il tono di voce… mi viene da pensare che questa persona conosca molto poco Twitter, se non per “sentito dire” e che abbia usato questo termine solo perchè voleva mostrare modernità nel suo discorso.

Leggi tutto “Sempre sull’alfabetizzazione digitale”

Agenda Digitale? Competenti cercasi.

Sarà la mia vis-polemica, ma io sono sempre molto diffidente quando le iniziative di un certo livello vengono messe in mano a qualcosa di “governativo“. Non so se questo derivi dalla mia estrazione “hands-on” o se derivi da altri fattori… certo è che quando mi trovo dinnanzi a certe cose, io rimango basito.

L’immagine che trovate in questa pagina è uno screenshot fatto qualche minuto fa di quello che si raggiunge digitando, sul browser, “agenda-digitale.it” al posto di “www.agenda-digitale.it“.

E’ vero… sarà una cazzata… “Agenda Digitale” si deve occupare di cose ben più importanti… ma mi chiedo… se chi si siede “in cabina di regia” non è nemmeno in grado di “scegliere” personale competente, come può avere la credibilità necessaria per “coordinare” e “definire” la strategia dell’Agenda Digitale Italiana?

(e vediamo quanto tempo ci mettono a mettere a posto questo problema ‘da nulla’)