Windows 10: privacy dei default

Windows 10 è scappato da Redmond ed è libero.

Lascio ad altri il compito di fare la cronaca dell’aggiornamento o di raccontare dettagli poco importanti, vorrei soffermarmi qui sulle impostazioni predefinite che interessano la privacy e la sicurezza degli utenti. Leggi tutto “Windows 10: privacy dei default”

La falsa sicurezza dei default

Una delle iniziative intraprese da Microsoft negli anni scorsi per “aumentare la sicurezza” è stata quella di cambiare le impostazioni predefinite di un sistema operativo server appena installato.

Così Windows 2008 appena installato ha attive un sacco di impostazioni assolutamente inutili che non servono assolutamente a nulla, se non ad intralciare il lavoro del SysAdmin che sta installando il server.

All’avvio viene chiesto di specificare una password di Administrator, ma è attiva la policy di complessità della password. Il risultato è che se si scrive Password1 il sistema la accetta, mentre qualcosa tipo lasicurezzanonèneidefault viene rifiutato.