Sei domande per la scienza

Trattare di politica non è lo scopo di questo blog ed è un tema fin troppo inflazionato e noioso.

Quando i vari politici e politicanti chiedono i voti dei cittadini parlano di tutto tranne che di temi scientifici. Le Scienze (gruppo editoriale L’Espresso, per doverosa completezza di informazione) ha stilato sei domande da proporre ai candidati delle primarie degli schieramenti politici. Man mano che le risposte arriveranno, verranno pubblicate sul sito.

Le domande sono:

  • Quali politiche intende perseguire per il rilancio della ricerca in Italia, sia di base sia applicata, e quali provvedimenti concreti intende promuovere a favore dei ricercatori più giovani?
  • Quali misure adotterà per la messa in sicurezza del territorio nazionale dal punto di vista sismico e idrogeologico?
  • Qual è la sua posizione sul cambiamento climatico e quali politiche energetiche si propone di mettere in campo?
  • Quali politiche intende adottare in materia di fecondazione assistita e testamento biologico? In particolare, qual è la sua posizione sulla legge 40?
  • Quali politiche intende adottare per la sperimentazione pubblica in pieno campo di OGM e per l’etichettatura anche di latte, carni e formaggi derivati da animali nutriti con mangimi OGM?
  • Qual è la sua posizione in merito alle medicine alternative, in particolare per quel che riguarda il rimborso di queste terapie da parte del SSN?

In un secondo tempo verrà stilato un altro elenco di domande da porre ai candidati premier, che siano stati scelti con le primarie o nominati direttamente dagli schieramenti.

Per seguire l’iniziativa e partecipare alla stesura delle domande da porre ai candidati premier, il dibattito è aperto sul gruppo Facebook Dibattito Scienza o via Twitter con l’hashtag #dibattitoscienza

Online l’archivio di Scientific American

Fino al 30 novembre l’archivio di tutti i numeri di Scientific American è liberamente accessibile da parte di tutti.

Il primo numero è stato pubblicato a New York giovedì 28 agosto 1845, come dice la testata della pubblicazione.

In prima pagina c’è anche un riferimento all’Italia, Paese che avrebbe spedito ad uno studioso della Florida i semi di una presunta pianta della seta.

L’accesso gratuito è limitato al mese di novembre.

 

Gennaio 1996, ieri

E’ successo nella notte fra il 15 e il 16 Aprile scorsi. I media ne hanno parlato poco o niente. Oggi ho aperto il numero di Maggio di Le Scienze e ho deciso che almeno noi, su questo blog, avremmo dovuto spendere due parole.

Sì, perché tre settimane fa ci ha lasciato uno scienziato e giornalista di spessore, Enrico Bellone, che è appunto stato direttore di Le Scienze e della sua parente Mente & Cervello, oltre ad aver dato un contributo significativo alla biblioteca dell’Editore Codice di Torino.
Il numero di questo mese della rivista scientifica, da lui diretta fino a pochi anni fa, si apre con un editoriale che è la ripubblicazione del suo primo, appunto nel Gennaio del 1996, ed è anche leggendo questo breve pezzo che ci rendiamo conto dell’importanza del personaggio.

Leggi tutto “Gennaio 1996, ieri”