Rogue One

Inutile che vi dica che al sottoscritto è piaciuto moltissimo Rogue One.

Questo video aiuta a spiegare uno dei motivi: alcune scene fanno sentire il geek a casa, ma senza il sovraccarico di riferimenti inutili tipico di un tale Jar Jar Abrams.

I riferimenti in Rogue One sono misurati con senno, servono a dire “sei a casa tua, tranquillo” senza ripeterlo ogni cinque minuti.

Enterprise refit con luci

Jason Ware ha costruito un modello dell’Enterprise “refit” (quella del primo film, per capirci) con illuminazione controllata da microprocessori. Tra i vari effetti luce, la sequenza della partenza della nave dal bacino terrestre. Dettagli sul modellino qui.

Floppotron suona Star Wars

Old and busted: la Marcia Imperiale suonata con alcuni floppy drive. New hotness: una suite di Star Wars suonata con 64 floppy drive, 8 hard disk e 2 scanner. I dettagli dell’opera realizzata da Paweł Zadrożniak sono qui.

Dividere per zero con un calcolatore meccanico

Se ricordate le lezioni di matematica che avete seguito a scuola saprete bene che non si può dividere nessun numero per zero, anche se magari non avete capito bene il perché. Se provate a dividere un numero per zero con una calcolatrice elettronica probabilmente avrete come risultato un “ERROR” sullo schermo.

Se provate con un calcolatore meccanico il risultato potrebbe essere interessante. Questo video mostra quello che succede quando si prova a dividere per zero su un calcolatore Facit ESA-01 a cui è stato rimosso il case. Leggi tutto “Dividere per zero con un calcolatore meccanico”

Intervista a Brian Kernighan

Intervista al Prof. Brian Kernighan, coautore, assieme a Dennis Ritchie, del K&R, ovvero The C Programming Language.

In questa intervista Kernighan spiega come UNIX abbia rotto le catene che lo legavano ad un PDP-11 grazie alle caratteristiche del linguaggio C.

Gli effetti della digitalizzazione

[vimeo https://vimeo.com/117689860]

Perché dobbiamo togliere l’aggettivo nuove prima di tecnologie, perché è meglio usare il termine immateriale al posto di virtuale, come è cambiata l’interoperabilità e come gli abilitatori stanno diventando intermediari.

Non sono pippe, è la razionalizzazione di quello che ci sta capitando: investite 40 minuti e guardatevi questo video e poi magari leggete anche il saggio.