Perché ieri siamo andati down

«Sicurezza» sulla rampa di Malpensa / «Safety at Malpensa ramp»Ieri il sito non è stato disponibile per metà della giornata.

Alle 11:54 CET il MySQL ha dato forfait probabilmente a causa di un guasto hardware. La macchina è morta lentamente (Linux è duro da ammazzare). Stando ai log, il server si è riavviato autonomamente almeno tre volte durante il pomeriggio.

Il titolare della macchina, che gentilmente offre l’ospitazione a Siamo geek, ha aperto tre ticket presso il fornitore, Keyweb, ma non ha ottenuto risposta.

Verso le 22:00 ho provato io ad aprire un quarto ticket e sono stato più fortunato: un tecnico è intervenuto e dopo una mezz’oretta il server era di nuovo online.

Il fornitore dell’hosting ha un sistema di helpdesk completamente e solamente in tedesco. Per quanto possa sembrare strano a loro, al di fuori della Germania non è normale che la gente comprenda la loro accidenti di lingua, quindi la persona titolare della macchina ha utilizzato la comoda funzione di traduzione simultanea dei siti di Google Chrome. Quando ho aperto io il ticket, sono andato per via più impervie:  usavo la pagina di Google Translate e andavo di copia e incolla.

Il tecnico ha scritto nelle note del ticket (ma nell’help non c’è scritto) di non usare il sistema di traduzione integrato di Chrome in quanto i ticket che vengono aperti non sono visibili dai tecnici.

Incuriosito, ho dato un’occhiata ai sorgenti HTML del sistema di ticket utilizzato e ho scoperto che le combo box della pagina di apertura del ticket hanno il valore uguale alla descrizione, anziché un codice numerico o qualcosa di sganciato dalla descrizione. In sostanza anziché qualcosa tipo:

<select>
<option value="1">Bau Bau</option>
<option value="2">Grunf Grunf</option>
<option value="3">Bau Grunf</option>
<option value="4">Grunf Bau</option>
</select>

avevano qualcosa tipo:

<select>
<option value="Bau Bau">Bau Bau</option>
<option value="Grunf Grunf">Grunf Grunf</option>
<option value="Bau Grunf">Bau Grunf</option>
<option value="Grunf Bau">Grunf Bau</option>
</select>

in cui probabilmente il traduttore di Google fa più del necessario.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

12 pensieri riguardo “Perché ieri siamo andati down”

  1. HIMO, in questo caso l’errore è stato del traduttore integrato in Chrome, che dovrebbe “impegnarsi” a tradurre solo i testi visibili e tralasciare le etichette…

    1. Sì, certo, ma una ditta che offre servizi di hostin internazionali non dovrebbe avere il TTS solamente in tetesko!
      Il fatto che il tecnico abbia capito al volo il problema significa che non è gla prima volta che succede.

    1. Nel mio caso ha funzionato.

      Dubito, comunque, che “Il server e’ bloccato da mezzogiorno, per favore rispondete” sia annoverabile nella categoria “indicazione tecnica”

      1. Google translate lo traduce cosi` dall’italiano all’inglese: The server is blocked by noon, please answer

        Se fa una cosa simile col tedesco… brr…

        1. Non era esattamente quella la frase e non ho usato l’italiano (non sono l’italiota che lascia messaggi in italiano in contesti internazionali, specialmente quando mi lamento che qualcuno non usa l’inglese).

          In ogni modo ripeto: e’ servito allo scopo. Giusta o sbagliata che fosse la traduzione automatica, il problema e’ stato risolto. Questo e’ l’importante, il resto sono chiacchiere.

          1. Ho fatto quell’esempio perche’ se scrivevo qualcosa in inglese e poi lo traducevo in tedesco non avevo modo di verificare che schifezza tirava fuori.

            Ok, stavolta ha funzionato, ma la prossima volta?

  2. Ogni volta che uso un sistema di helpdesk completamente e solamente in tedesco sento un improvvisa necessita’ di invadere la Polonia…

  3. Non che consideri normale l’uso del solo idioma germanico in un sistema di helpdesk di hosting internazionale, ma la cosa che considero *davvero agghiacciante* è che nell’HTML di quel sistema (che dovrebbe essere affidabile e di buon livello) ci siano i value uguali alle descrizioni nei select-option!
    Dove/come ha imparato il mestiere (ed il buon senso), chi ha scritto quelle pagine?

    1. Alfredo: e’ esattamente il punto dell’articolo!
      Nel sorgente c’e’ anche un po’ di JS per la gestione dei form, temo un cattivo uso di un brutto RAD o code generator.

Spazio per un commento