Harry Beck

Beck Plaque
Targa commemorativa, stazione di Finchley Central. Da Wikipedia.

Harry Beck è il tipico esempio di tecnico che fa le cose per migliorare ciò che vede ed è anche il tipico esempio di come questi atteggiamenti vengano riconosciuti in maniera postuma.

Prima del 1931 la mappa della metropolitana di Londra era fedele alla posizione geografica delle stazioni, ma stava diventando sempre meno comprensibile man mano che si aggiungevano linee e fermate.

Harry Beck era un disegnatore tecnico al servizio dell’ufficio dei segnali della metropolitana e in quell’anno realizza la sua prima versione della mappa traendo spunto dai diagrammi elettrici.

Per l’epoca il concetto era rivoluzionario: ignorare l’accuratezza geografica per privilegiare le interconnessioni e lo sviluppo della rete. Inutile dire che, come ogni cosa radicalmente nuova, all’inizio il management della metropolitana londinese aveva bocciato il progetto.

Una delle caratteristiche della mappa di Beck era che l’area centrale di Londra, geograficamente più piccola ma con la maggior parte delle stazioni, era prominente rispetto alla zona periferica. Oggi questo concetto è applicato alla maggior parte dei diagrammi dei servizi di trasporto urbano, ma per l’epoca era una vera rivoluzione.

Dopo il primo rifiuto, la società della metropolitana di Londra pubblica la sua mappa per la prima volta nel 1933, con grande entusiasmo del pubblico per la sua semplicità e chiarezza.

Negli anni successivi Beck continua ad aggiornare la mappa come consulente esterno, fino agli inizi degli anni ’60, quando un’altra persone modifica la sua mappa aggiungendo la Victoria Line e apportando altre modifiche senza il consenso di Beck e senza che il suo nome compaia più sulle mappe. Beck tenta di adire alle vie legali per riprendere il controllo della mappa, ma desistite nel 1965 con non poco senso di amarezza. Nonostante sappia che la metropolitana londinese non pubblicherà più nessuna delle sue mappe, Beck continua a produrre schizzi e diagrammi fino alla sua morte, nel 1974.

A partire dal 1997 il suo nome ricompare in calce alle mappe della metropolitana di Londra dove rimane ancora adesso la dicitura “This diagram is an evolution of the original design conceived in 1931 by Harry Beck”.

northernVale la pena di notare che, fin dalla prima versione, il percorso della Northern Line nelle mappe di Beck era diverso da quello delle mappe successive agli anni ’60. Il ramo di Bank della linea passa in realtà a ovest di Mornington Crescent, per ricongiungersi a Camden Town con il ramo di Charing Cross. La versione di Beck era fedele alla posizione relativa dei tracciati, ma le edizioni successive sono più semplici e leggibili.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

Spazio per un commento