Star Wars, 1977

Un gruppo di persone che si fa chiamare Team Negative1 ha realizzato qualcosa che anni fa era solamente possibile a organizzazioni con notevoli risorse tecnologiche.

Questo gruppo di persone ha recuperato alcune pizze del 1977, ha scansionato i fotogrammi, li ha ripristinati e ha ricostruito il primo Star Wars così com’era. Leggi tutto “Star Wars, 1977”

Google si “Starwarsizza”

Il 14 dicembre 2015 (negli USA, il 16 in Italia) si avvicina e anche Google si diverte a proporre un simpatico “easter egg” legato alla Star Wars saga.

Andate su Google e e digitate la frase iniziale dell’Episodio IV… in italiano o in inglese e ammirate il risultato… Leggi tutto “Google si “Starwarsizza””

Le origini di Star Wars


Star Wars: Kitbashed from Michael Heilemann on Vimeo.

Come in natura, nella cinematografia tutto si trasforma (ultimamente si riscalda la minestra dell’anno prima, ma è un altro discorso). Quando Lucas ha prodotto il primo Star Wars non ha certo creato tutto da zero, ma ha confezionato qualcosa di assolutamente nuovo con ingredienti già presenti inventando (questo sì) delle tecnologie e dei linguaggi che avrebbero fatto epoca. Questo video di Michael Heilemann raccoglie moti dei riferimenti utilizzati da Lucas; non lamentatevi se è lungo perché è giusto che lo sia, in quanto fa parte di un lavoro più ampio dello stesso autore.

Traceroute stellare

Ogni tanto mi dimentico che nel mondo dell’informatica esistono dei veri geni.

Provate a fare un traceroute (con un numero di hops di 100) a questo indirizzo: 216.81.59.173

Colui che ha pensato a questa cosa deve essere assolutamente annoverato tra loro.

 

I titoli di Star Wars in un traceroute

Darth Maul lightsaberRyan Werber era annoiato dal cattivo tempo di Boston.

Ryan ha creato uno script PHP per configurare delle tabelle di routing virtuali su alcuni apparati CISCO. Quindi ha aggiornato in maniera opportuna i reverse DNS di un /24 IPv4.

Il risultato lo si può vedere facendo traceroute verso 216.81.59.173, avendo l’accortezza di usare il parametro -m (-h per Windows) per allungare il TTL e vedere tutta la storia.
Leggi tutto “I titoli di Star Wars in un traceroute”

Disney compera Lucasfilm

Jabba the HuttLa Disney ha acquistato la Lucas Film sborsando poco più di 4 miliardi di dollari in contanti e azioni, che vanno nelle tasche dell’unico proprietario e fondatore, George Lucas.

Nel pacchetto di aziende di proprietà della Lucas ci sono anche la ILM, la Lucas Arts e il ricco business di merchandise collegato alla saga di Guerre Stellari, un settore commerciale che ha fatto la fortuna di George Lucas negli anni successivi l’uscita del primo Star Wars.

George Lucas ha commentato “It’s now time for me to pass `Star Wars’ on to a new generation of filmmakers.”

Contestualmente con l’annuncio dell’acquisizione, la Disney ha comunicato che Episodio 7 uscirà nel 2015.

Ristrutturata la casa di Luke

Copyright (C) Mark Dremul – www.savelars.com

Il belga Mark Dermul è riuscito a ristrutturare la casa di Owen LarsBeru Whitesun in cui Luke Skywalker ha abitato fino alla morte dei due zii.

Mark lavora da anni come guida turistica nelle location cinematografiche del nordafrica. Lo stato di rovina della costruzione utilizzata per rappresentare parte della casa degli zii di Luke lo ha colpito al punto da avviare un’iniziativa per il suo recupero allo stato originale.

Lo scorso anno Mark è riuscito a raccogliere i fondi necessari, ma gli eventi collegati alla Primavera Araba hanno ritardato la concessione dei permessi necessari per la ristrutturazione.

Nell’ottobre del 2011, dopo l’insediamento del nuovo governo tunisino, Mark è riuscito ad ottenere tutti i permessi necessari e in magio ha iniziato i lavori di restauro, conclusi alla fine dello stesso mese.

Il risultato finale è, a dir poco, stupefacente ed ha un’accuratezza che solamente un fan potrebbe garantire. (via NPR, Inhabitat)

May The Fourth Be with You

Master YodaIl fandom ha deciso che il 4 maggio è il giorno per celebrare tutto ciò che riguarda Star Wars.

E chi siamo noi per contrastare questa decisione?

La scelta deriva dal gioco di parole inglese tra may the Force (che la Forza) e may the fourth (quattro di maggio).

Un pensiero, quindi, a qualcosa che, dal 1977, ci sta facendo sognare e divertire e che è riuscito a coinvolgere anche le nuove generazioni, complici, spesso, i genitori.

Che la Forza sia con voi. Sempre.

R2-D2 in LEGO

Risparmiate i vostri soldi perché sta per arrivare sul mercato il kit di R2-D2 in LEGO.

Il modello assemblato dell’astromech sarà di 2127 pezzi e sarà alto circa 31 centimetri.

Si possono avere alcune anticipazioni del kit nell’intervista ai due creatori e in questo set di flickr.

La parte superiore del droide è completamente girevole e la terza gamba è estensibile. Il kit è stato realizzato basandosi sui disegno originali forniti dalla Lucas Film.

Nella confezione è inclusa una targa con i dati del droide e una versione ridotta di R2-D2 in LEGO.

I prezzi annunciati sono: 179,99 dollari negli USA,  149,99 sterline nel Regno Unito e 179,99 Euro in Germania e, si spera, nel resto di Eurolandia.

These Are The Droids You Are Looking For

È il titolo di un’esposizione che si terrà dall’8 dicembre al 29 gennaio presso la Ltd. Art Gallery di Seattle.

Le opere esposte possono essere viste anche online sul sito della galleria. (via io9)

Le origini di alcuni di noi

Clementine ha appena scelto dal mazzo di 10259 tracce (35 giorni, 19 ore 20 minuti, 19 secondi) questo pezzo.

È passato… tanto tempo da quel freddo gennaio del 1978 quando io e mio padre siamo andati a vedere Guerre Stellari a Pavia in un cinema che nemmeno esiste più.

Sei mesi più tardi sempre mio padre mi regalava per il compleanno l’album inglese doppio in vinile della colonna sonora, che mi aveva duplicato su cassetta per poterla ascoltare anche senza il suo aiuto.

Quelle note che ho avuto il privilegio di ascoltare anche dal vivo riescono ancora ad emozionarmi. Non c’è niente da fare, siamo geek!

May the Force be with you. Always.

Geek mannari

Onestamente non vado in giro per la Rete a cercarmeli… però ogni tanto ne trovo qualcuno lo stesso, che mi colpisce di striscio. M’intriga e non riesco a evitare di dargli almeno un’occhiata. Leggi tutto “Geek mannari”

Super Star Destroyer in LEGO

LEGO ha annunciato per il primo di settembre la disponibilità del kit del Super Star Destroyer.

Una volta costruito il modello dell’astronave di Guerre Stellari sarà lungo 124,5 centimetri.

Nel kit sono inclusi un modellino dello Star Destroyer in scala e quattro personaggi: Darth Vader, l’Ammiraglio Piett, Dengar, Bossk e IG-88.

Sandcrawler in LEGO

Marshal Banana ha realizzato un sandcrawler dei Jawa in LEGO.

La realizzazione ha dei numeri di tutto interesse:

  • 10.000 pezzi di LEGO;
  • circa un metro di lunghezza;
  • 20 kg di peso;
  • 9 motori elettrici;
  • 22 LED LEGO;
  • 4 ricevitori.

Il modello, di cui sono disponibili anche alcune foto, ha l’interno diviso su tre piani con vari dettagli, tra cui il cockpit e il deposito dei droidi. (via io9)