Apple ammorbidisce le restrizioni

Fino a oggi Apple impediva il rilascio di applicazioni su AppStore che non fossero state sviluppate con gli strumenti nativi  (Xcode, ecc). Secondo questa dichiarazione, però, da oggi saranno accettate senza problemi applicazioni create con tool non-Apple con l’unica limitazione che non scarichino codice a runtime.

Un buon passo avanti per che proprio non digerisce l’Objective-C e che probabilmente darà l’avvio a qualche tool visuale alla stregua di quello uscito recentemente per Android.

2 pensieri riguardo “Apple ammorbidisce le restrizioni”

  1. E soprattutto mi auguro che in questo modo si possa finalmente fare a meno di un Mac per sviluppare con Xcode.

Spazio per un commento