Compromessi alcuni computer del NASDAQ

Perso qualcosa?Secondo il Wall Street Journal alcuni computer della società che gestisce il NASDAQ sarebbero stati compromessi da attacchi informatici.

L’evento non avrebbe interessato i computer coinvolti nelle piattaforme di trading.

Secondo quello che è dato sapere, gli attaccanti avrebbero solamente “guardato in giro” senza modificare alcunché.

Bisogna, comunque, sottolineare che il solo fatto di poter “guardare in giro” nella LAN del NASDAQ consente di raccogliere una considerevole quantità di dati di estremo valore sia per i dati stessi sia per capire quali siano i software utilizzati e, quindi, le vulnerabilità che possono essere sfruttate per muovere altri attacchi.

Un’altra importante considerazione da fare è che le ditte e, in particolar modo, le istituzioni che trattano soldi (banche incluse) sono sempre state molto restie a rendere pubbliche le informazioni riguardanti eventuali attacchi informatici e le volte che l’hanno fatto hanno sempre mitigato il più possibile l’impatto e la portata degli eventi. Se da un alto questo è un comportamento comprensibile, dall’altro lato una maggior trasparenza del sistema potrebbe evitare il ripetersi di eventi simili contro obiettivi diversi.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

Spazio per un commento