Orologio atomico in un chip

Vi ricordate i cari vecchi chip Dallas che tenevano l’ora esatta dei PC di… uhm… qualche anno fa?

Symmetricom è riuscita ad infilare un orologio atomico in un chip di 4 x 3,5 centimetri che pesa meno di 35 grammi e consuma meno di 110 mW a 3,3V.

Il salto di miniaturizzazione è notevole, dal momento che fin’ora gli orologi atomici disponibili sul mercato erano grossi circa come una scatola di scarpe e avevano bisogno di una batteria per auto per funzionare sul campo.

Il chip si basa su un laser allo stato solido che illumina dei vapori di cesio non radioattivo. Il laser forza gli atomi di cesio ad oscillare ad una frequenza precisa, che viene letta da un sensore e utilizzata per mantenere un orologio ad una precisione di un milionesimo di secondo al giorno. (via Slashdot)

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

Un pensiero riguardo “Orologio atomico in un chip”

Spazio per un commento