Il geek e le ferie

ElafonissiIl geek affronta le ferie in una maniera peculiare. Questa è la mia esperienza di quest’anno, destinazione Samos.

Innanzi tutto, prima di confermare la prenotazione dell’albergo, ho consultato Google Earth per verificare che l’hotel non sia sul sentiero di decollo dell’aeroporto o che non ci siano sorprese clamorose nei dintorni.

Riesco a leggere il greco, ma una mini guida in formato bitmap (per via dell’alfabeto) da caricare sul reader di eBook e sullo smartphone è sempre utile. La guida contiene le lettere dell’alfabeto, i numeri e le frasi più comuni, anche se qualche parola di greco riesco a spiaccicarla. Mi procuro una guida analoga anche per il turco, visto che ci scapperà un salto ad Efeso e a Kushadasi e non so una parola di turco.

Il reader di eBook è fondamentale, considerati i limiti vergognosi di bagaglio (15 kg in stiva e 5 kg a bordo, possibilmente non tutti di forbicine, rasoi, coltelli e liquidi). Decido per il più vecchio, ma fidato CyBook Gen3; carico qualche libro sulle memorie SecureDigital, senza timore di confonderle con quelle della fotocamera, che utilizza le CompactFlash. Suggerimento: provate ad aprire gli ebook prima di partire.

Per la DSLR mi porto una quantità industriale di memorie, l’ottica aggiuntiva da 300mm stabilizzata, il monopiede, un treppiede tascabile da 20 cm  e lo scatto remoto. L’ultima volta che sono stato in Grecia ho usato solamente una volta il mini-treppiede e magari questa volta non lo userò, ma non si sa mai.

Gli alimentatori sono incredibilmente solo due: quello delle batterie della DSLR e uno USB per lo smartphone, la radio/player MP3 tascabile e il CyBoook. Beata standardizzazione!

Nei giorni scorsi ho cercato un po’ di notizie utili sul web, le ho stampate in PDF e le ho caricate sullo smartphone e su una memoria SD per poterle leggere sul reader di eBook.

La mappa dettagliata dell’isola per girare in auto la comprerò in loco. Niente GPS, navigatore o altre diavolerie simili: se riesco a perdermi su un’isola merito solo di fare il gioco aperitivo e il karaoke ogni giorno.

Questo articolo verrà pubblicato automaticamente quando sarò in volo (salvo ritardi). Buone ferie a tutti!

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

2 pensieri riguardo “Il geek e le ferie”

Spazio per un commento