Technet: addio e grazie

TechNet e MSDNMicrosoft ha annunciato la chiusura degli abbonamenti a TechNet.

All’inizio era MSDN, che offriva tutte le versioni di tutti i sistemi operativi in tutte le lingue (era relativamente poca roba negli anni 90) più i CD di Knowledge Base.

In seguito è arrivato TechNet, molto più utile agli amministratori di sistema perché conteneva la Knowledge Base, poche versioni dei sistemi operativi e tutti i service pack e gli aggiornamenti.

Era il periodo pre-ADSL quando Internet andava più a carbonella di quando non continui adesso ad andare piano: un Service Pack poteva richiedere ore e ore per essere scaricato, sempre che non ci si mettesse di mezzo il caro gestore telefonico nazionale con le sue linee inadatte. E comunque molti pagavano una tariffa di collegamento a tempo.

Sono stato abbonato anche io a MSDN (prima) e a TechNet (poi) fino a quando la diffusione delle ADSL ha reso poco economico un abbonamento del genere; quella che si vede nella foto è una parte dei CD che ho accumulato negli anni.

I codici di attivazione dei sistemi operativi erano spesso senza limiti di tempo, anche se da licenza d’uso si doveva tenere il software installato solamente per breve tempo e solamente per gli scopi previsti dal contr…yadda yadda yadda yadda. Alla fine molti installavano il sistema in maniera stabile e c’era pure chi si rivendeva i codici.

C’era anche chi (firulì… firulà…) installava le versioni di Windows di qualche lingua del far east su un disco a parte, lo installava di nascosto al collega in ferie e lo settava come disco di boot.

Come le memorie ottiche rotanti, TechNet ci è stata molto utile, ma ha fatto oramai il suo tempo.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

2 pensieri riguardo “Technet: addio e grazie”

Spazio per un commento