Prodotti Microsoft vulnerabili ai file TIFF

TIFFAlcuni prodotti Microsoft sono sensibili ad un attacco portato attraverso file grafici TIFF.

Questo formato è sconosciuto ai più, ma ha una certa diffusione nel campo della grafica e assimilati: la regola generale è che se non l’avete mai sentito nominare è perché non avete mai avuto bisogno di utilizzarlo.

Tuttavia è possibile attaccare una vittima inducendola ad aprire un file di Office che contiene un’immagine TIFF creata ad arte. Se viene aperto un file di questo tipo con un programma vulnerabile l’attaccante può eseguire dei programmi arbitrari sul computer della vittima (remote code execution).

I programmi interessati sono:

  • Office 2003
  • Office 2007
  • Office 2010 (solamente se gira su Windows XP oppure Windows Server 2003)
  • Lync

Questa vulnerabilità viene già sfruttata attraverso mail con allegati creati ad arte che, se aperti, possono eseguire programmi sul computer della vittima.

Per ora non sono annunciate delle patch, Microsoft ha diramato un bollettino di sicurezza in cui viene spiegato come disabilitare il codec del formato TIFF. Chi non vuole smanettare troppo con la configurazione di Windows può delegare l’attività all’apposito Fix it. (via ISC)

Aggiornamento 7/11/2013 – Ovviamente la diffusione dei vari exploit di questo baco è maggiore di quella ritenuta all’inizio. Prestate particolare attenzione a delle mail con allegati Word (DOC o DOCX).

Aggiornamento 6/12/2013 – Microsoft ha annunciato che il problema verrà risolto nel patch tuesday di dicembre 2013.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

Un pensiero riguardo “Prodotti Microsoft vulnerabili ai file TIFF”

Spazio per un commento