Wait… what?

Ce lo aspettavamo, prima o poi, che sarebbe successo.
Flickr è finalmente passato di mano ed è stato ceduto a SmugMug.

Da parecchi anni noi utenti abbiamo notato un declino in Flickr tanto per funzionalità quanto per rilevanza e per innovazione. Il precedente proprietario, Yahoo, non sembrava proprio il posto giusto dove lasciare un business strettamente fotografico, tanto che, qualche anno, fa parti l’iniziativa #DearMarissaMayer indirizzata all’allora CEO della società.

Alcuni indicavano addirittura l’acquisizione di Flickr da parte di Adobe, il che poteva avere senso da una parte (ovvero unire un servizio di memorizzazione delle immagini online a un produttore di software di photo-editing e digital art), ma non ne aveva per niente da un’altra (Adobe sta puntato su servizi cloud completamente integrati, applicazioni e storage).

Dopo l’acquisizione di Yahoo da parte di Verizon, l’errato posizionamento di Flickr (tramite Oath Inc.) non sembrava per niente più vicino a una soluzione. Leggi tutto “Wait… what?”

Cos’è il genio /24

La proprietà della società per la quali lavori è cambiata e contestualmente ti viene cambiata l’email aziendale.

Decidi, pertanto, di modificare l’email registrata su alcuni siti. Tra questi quello del supporto di Citrix (si, quel Citrix, nda).
Vai sulla Dashboard e scegli la voce “Update My Profile“.

Clicchi felice sull’icona di modifica dell’email e inizi a digitare il tuo nuovo indirizzo ma… Leggi tutto “Cos’è il genio /24”

Legittima difesa

Benché la conoscessi, avevo sempre evitato di  installare F.B. Purity, poi è arrivato un evento calcistico che mi ha convinto che era il caso di iniziare a filtrare i contenuti di Facebook.

L’avvicinarsi delle elezioni politiche richiede un’opportuna contromisura per evitare di essere sommersi da immondizia. Leggi tutto “Legittima difesa”

Vari volti di un indirizzo

Gli indirizzi IPv4 hanno un’ampiezza di 32 bit e sono molto spesso scritti nella forma a.b.c.d dove al posto delle lettere ci sono numeri decimali da 0 255. Questa forma prende generalmente il nome di IPv4 dotted-decimal notation.

Ma non è l’unico modo per indicare un indirizzo IP, ce ne sono molti altri che possono essere utilizzati per offuscare gli indirizzi o per aggirare i controlli. Leggi tutto “Vari volti di un indirizzo”

A Human Fail

Per le strade di Milano è abbastanza comune vedere in questi giorni un manifesto su cui campeggia un astronauta in tuta EVA e sullo sfondo il pianeta Terra visto dallo spazio.
Una simile immagine non poteva naturalmente sfuggire al geek sense e quindi mi sono avvicinato subito a uno di questi cartelloni dopo averlo visto con la coda dell’occhio.

Pare che si tratti della edizione italiana della mostra NASA. A Human Adventure.
Apparentemente si fa molta fatica a trovare informazioni su questa mostra online. Google come primo risultato riporta una notizia sul sito dell’Unione Astrofili Italiani che però sembra stata rimossa. Le ho dato una occhiata dalla cache di Google.

Mi sono accorto solo il giorno dopo dell’esistenza anche di un sito con dominio .it che ho prontamente visitato.
www.ahumanadventure.it: una pagina bianca. Leggi tutto “A Human Fail”

Sotto stretta sicurezza

In questo blog si è parlato in abbondanza di HTTPS e a piena ragione: la sicurezza dei nostri dati è una cosa importante che non va presa alla leggera.
Non ci stancheremo di ripetere che la privacy è un diritto di tutti e, di conseguenza, è un dovere della comunità IT fare tutto il possibile per renderla tecnicamente fattibile.

Il protocollo HTTPS è un passo in questa direzione: Google non è stata la prima a impegnarsi in questo senso, ma il suo peso specifico nel panorama tecnologico fa sì che ogni suo movimento sia il più rilevante, nonché quello che riceve la più ampia risonanza.
Questo post sul loro blog di sicurezza ha fatto notizia ed è una delle dichiarazioni giustamente più citate.
In particolare, mi piace focalizzare l’attenzione sulla immagine che mi sembra la più rappresentativa: un giorno tutte le pagine HTTP saranno trattate come Not secure. Ovvero, non sarà più HTTPS a essere una sicurezza in più, ma HTTP a esserne una in meno! Leggi tutto “Sotto stretta sicurezza”

Motori di ricerca aggiunti a Chrome

I browser che si basano su Chromium, incluso Google Chrome, aggiungono automaticamente alla lista dei motori di ricerca gli URL dei siti che si visitano che rispondono a determinate caratteristiche.

Questo potrebbe essere un comportamento poco simpatico e comunque lesivo della propria privacy. Se un utente cancella la storia dei siti che ha visitato e la cache del browser, i dati dei motori di ricerca aggiunti automaticamente rimangono registrati e devono essere cancellati espressamente in un altro modo. Leggi tutto “Motori di ricerca aggiunti a Chrome”

Identificare il computer di un client http

Spesso crediamo che l’attivazione della modalità incognito o l’utilizzo di un browser differente siano sufficienti a proteggere l’identità di chi accede ad un sito.

Purtroppo è vero in alcuni casi, ma non in tutti. Leggi tutto “Identificare il computer di un client http”

Spam a colori

Diversi miei conoscenti, in numero basso ma comunque preoccupante, mi hanno contattato, pressoché nella stessa giornata, chiedendomi lumi su dei messaggi di posta elettronica che sospettavano essere phishing, ma che erano passati liberi e belli attraverso i filtri anti-spam. Tagliando corto, adesso bisogna fare anche l’analisi cromatica… Leggi tutto “Spam a colori”

On-line un beneamato c***o

<TL;DR> I servizi on-line in Italia sono spesso tutto tranne che on-line </TL;DR>


Quante volte vi è capitato di sentirvi dire “si fa tutto on-line” per poi scoprire che la realtà non è esattamente quella?

Prendiamo due casi reali: nel primo una persona anziana poco avvezza all’uso di Internet cambia il proprio conto corrente e deve chiedere all’INPS di versare la pensione sul nuovo conto. Nel secondo caso la necessità è quella di prenotare una visita specialistica.

Andiamo con ordine.

  1. La pensione, l’INPS e la banca on-line.

Leggi tutto “On-line un beneamato c***o”

DNS server alternativi

Il sistema dei nomi a dominio è una delle tecnologie essenziali per il funzionamento del servizio Internet come viene percepito dagli utenti.

Le connessioni ad Internet in cui c’è solamente l’apparecchio del provider forniscono come server DNS quello del provider stesso, ma non è obbligatorio (non per ora…) utilizzare per forza quel server. Leggi tutto “DNS server alternativi”

Internet e la sottile arte del plagio…

Nell’agosto scorso avevo raccontanto in un post la ridicola vicenda di un famoso locale di Milano che aveva utilizzato per un evento che stava organizzando il nome e la locandina di un altro evento simile organizzato tempo prima da un altro locale. La cosa si è poi risolta in modo positivo con le scuse e la rimozione di quello che era stato plagiato.

bressanini-vs-superdiiperdi-1Qualche giorno fa, però, mi imbatto nuovamente in una situazione molto simile Leggi tutto “Internet e la sottile arte del plagio…”

Una firma contro le bugie del TG1 e della LAV

scienza-vs-ignoranzaMi capita raramente di guardare con interesse una raccolta di firme online, ma la lettera aperta scritta da Pro-Test Italia al direttore del TG1 Rai in relazione ad un servizio andato in onda Martedì 22 Novembre nel telegiornale delle 8:00 è una delle poche che merita attenzione perchè non è assolutamente accettabile che una televisione pubblica Leggi tutto “Una firma contro le bugie del TG1 e della LAV”

L’Internet delle cose hackerate

Nel gennaio 2014 scrivevo a proposito dell’Internet delle cose insicure.

In fondo all’articolo citavo una notizia, rivelatasi al tempo infondata, di un botnet di 100.000 frigoriferi connessi.

Purtroppo non abbiamo dovuto attendere molto prima che qualcuno lo facesse davvero, così lo scorso settembre il blog di Brian Kerbs è stato attaccato con un DDoS di 630 Gbs, una potenza di fuoco doppia rispetto al DoS più potente registrato prima di quell’evento. Leggi tutto “L’Internet delle cose hackerate”

Corriere e Gazzetta KO a ferragosto

gazzaVerso le otto e mezza di questa mattina il sito della Gazzetta mostrava una pagina nera con una GIF animata e del testo in inglese e il sito del Corriere restituiva un errore 403.

corriere

Una rapida analisi rivelava che i due domini (ma non quelli di altre testate del gruppo) avevano subito un DNS hijacking. Leggi tutto “Corriere e Gazzetta KO a ferragosto”