Shutdown di emergenza


Può capitare di dover spegnere o riavviare rapidamente un host remoto, ben sapendo che il sistema sarà spento in modo anomalo con un’azione paragonabile a staccare il cavo di alimentazione.

Qui di seguito viene descritto come fare per un sistema Windows e Linux.

In Windows si preme la sequenza Alt-Ctrl-Del, nel menu che appare si preme il simbolo di accensione (cerchio interrotto in alto da una barra verticale) tenendo premuto Control per far apparire questa schermata:

Riavvio di emergenza di Windows

Dopo pochi secondi il sistema riparte.

Se siete connessi via RDP la sequenza Alt-Ctrl-Del non viene passata alla sessione remota quindi dovete usare una di queste alternative.

La sequenza Alt-Ctrl-End spesso viene interpretata come Alt-Ctrl-Del nel sistema remoto.

Dal menu Start scrivere OSK per attivare la tastiera a schermo, da lì premere Alt-Ctrl-Del.

Se dopo aver eseguito la procedura sopra appare una finestra di dialogo che dice To use the commands available when you press Ctrl+Alt+Del, click your user tile and choose an option. ma non c’è nessuna user tile, premere Alt e Control sulla propria tastiera fisica e Del sulla OSK.

Esiste anche un software distribuito con sorgente che fa questo.

L’equivalente per Linux sono questi due comandi:

echo 1 > /proc/sys/kernel/sysrq
echo b > /proc/sysrq-trigger

Nel secondo comando viene mandata una lettera B minuscola per provocare un reboot immediato, oppure una lettera O minuscola per forzare lo spegnimento del sistema, dettagli sul magic SysReq key qui.

Se si vuole avere a disposizione un programmino per Linux che fa questo, ecco il sorgente.

#include <linux/reboot.h>
#include <sys/syscall.h>
#include <unistd.h>

int main(int argc, char *argv[]) {
    syscall(SYS_reboot,
            LINUX_REBOOT_MAGIC1,
            LINUX_REBOOT_MAGIC2,
            LINUX_REBOOT_CMD_RESTART);
}

No, non è bello mettere quel programma come alias di rm o di altri comandi shell…

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.