Oltre i 2.199.023.255.522 byte

Olivetti M28 Customer Test2,19 Tb è il limite della dimensione di un disco se si utilizzano i vecchi BIOS e lo schema di partizionamento MBR con i settori da 512 byte.

Purtroppo questo limite è già stato superato da alcuni dischi in vendita a prezzi di mercato.

Fino a poco tempo fa sembrava che un sistema percorribile fosse quello di utilizzare settori da 4k, ma diversi problemi di compatibilità hanno reso poco percorribile questa strada.

Una soluzione potrebbe essere l’adozione dello schema di partizionamento GUID, supportato da EFI e da alcuni BIOS di ultima generazione. Questo schema di partizionamento garantirebbe la gestione di dischi con dimensione massima di 9,4 zettabyte (9,4 x 1021 ovvero 9.400.000.000.000.000.000.000 byte).

Questa è la compatibilità attuale dei dischi con dimensione di più di 2,2 Tb.

  • Linux. Supportati senza problemi dalle versioni recenti delle distribuzioni più comuni.
  • Mac OSX. Supportati dalla versione 10.5 Leopard. BootCamp non è supportato.
  • Windows 7 e Vista. Come disco di boot è supportato solamente dalla versione a 64 bit su computer EFI. Nessun problema se viene utilizzato come disco secondario.
  • Windows XP. Non supportato in maniera nativa.

Se si utilizza un disco più grande di 2,2 Tb come storage USB è necessario verificare che il bridge USB supporti i dischi di quelle dimensioni.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

5 pensieri riguardo “Oltre i 2.199.023.255.522 byte”

  1. I dischi di queste capacita` stratosferiche, disponibili a prezzi ridicoli, stanno creando problemi di ogni tipo ai tecnici (fai un controllo di qualsiasi tipo su un disco da 3 TB e dimmi quanti GIORNI ti servono) e anche e soprattutto a chi fa informatica forense. Io fino ad oggi avevo 2 dischi da 1 TB dove facevo i lavori, e un array di 5 TB dove tengo la roba in archivio. Se mi trovo un lavoro dove devo acquisire un disco da 2 TB gia` non so nemmeno dove mettere l’immagine “dd” dello stesso… figurati se sono in grado anche di lavorarci sopra con un semplice Xeon con 8 GB di ram.

    L’hardware e il software per questo genere di lavori dovranno essere totalmente rifatti per poter girare su piattaforme distribuite in modo parallelo, pena il dover attendere due settimane per ogni operazione che si esegue sull’immagine.

    1. Vero (non solo per il digital forensic), ma non si puo’ bloccare una tecnologia perche’ le forze di polizia (o di difesa dell’imputato) non ci stanno dietro 🙂 Ho fatto anche io consulente di parte e ho passato le mie belle mezze giornate ad attendere il calcolo del SHA dell’immagine dd.

      Il vero problema IMHO lo si ha quando qualcuno decide di mettere queste bestie in RAID e magari ci sono o partite di dischi danneggiati o si verificano due guasti in pochi giorni. Li’ si’ che la gente inizia a piangere se non ha un backup.

      1. Infatti il raid con dischi enormi come questi non e` piu` sufficientemente sicuro, anche perche` tipicamente cala anche la qualita` dei dischi stessi…

        Giustamente non ha senso fermare il progresso per aiutare chi fa digital forensics, pero` io sono decisamente nella merda. Non posso spendere la 10.000 per l’attrezzatura nuova ogni 6 mesi.

  2. Oltretutto l’utilizzo dei settori di 4k è solo una soluzione temporanea, perché da come ho capito facendo un po’ di conti il problema nasce dal fatto che i settori sono di 512=2^9 byte e in un disco viene assicurata la lettura corretta soltanto dei primi 2^32 (uso degli interi a 32 bit?), ergo dei primi 2^9*2^32=2^41 byte che fa proprio duemila miliardi e qualcosa. Passando a settori da 4096, la quota limite passerebbe a 2^45, ovvero 16 volte tanto, circa 30 TB. Di questo passo dovrebbero essere disponibili dischi rigidi di tale capienza nel giro di al più un decennio, sempre che non intervengano limiti fisici come quelli riscontratisi altrove (vedi frequenza delle CPU).

    L’altra soluzione da come ho capito passa da 32 a 64 bit, per cui si può andare tranquilli fino a 2^9*2^64=2^73, che infatti a occhio dovrebbe fare quel numero (2^70 sarà qualcosa di più che 10^21 e moltiplicando per 8…)

  3. Correzione: la quota limite passerebbe a 2^44, perché 4096 è otto volte 512, non sedici. Ad ogni modo la sostanza non cambia, anzi a maggior ragione vale in quanto il valore verrà raggiunto prima…

Spazio per un commento