Un piacevole, ma amaro, sorriso.

In poco più di un minuto sono riuscito a sorridere, ma con un piccolo groppo in gola. E’ più o meno quello che ho scritto commentando il post di Paolo Attivissimo che mi ha fatto scovare questo video.

Nei suoi occhi, verso la fine, si vede la fatica e l’impegno per fare qualcosa che a lui piace: recitare. Ho letto il libro di Michael J. Fox (“Lucky Man”, leggetelo, ne vale la pena) e ricordo ancora che quando vivevo negli USA vidi la sua audizione dinnanzi a non ricordo esattamente quale commissione governativa (si, avrei potuto googolare einformarmi, ma questo post lo sto scrivendo di getto): aveva scelto di non prendere medicinali per la sua malattia (morbo di Parkinson) prima di quell’audizione e il suo intervento è stato tanto difficile quando impressionante da seguire.

Il video, ovviamente, è per celebrare i 25 anni di vita del cult movie “Back to the Future”.

Un pensiero riguardo “Un piacevole, ma amaro, sorriso.”

  1. Condivido in pieno le tue riflessionie mi associo al sorriso dolce amaro. Anch’io ho letto Lucky Man (credo che in italiano sia uscito, pubblicato dalla TEA, se non ricordo male). Gran libro, merita davvero.

    Ricordo che quando ha testimoniato davanti a quella commissione governativa ha chiesto che la ricerca continuasse, crescesse, perché il suo sogno era poter ballare al matrimonio dei suoi figli. Mi piace sperare che possa accadere.

Spazio per un commento