Crimini odiosi

Bloccato / BlockedL’FBI segnala un comportamento criminale di una persona che avrebbe utilizzato metodi di social engineering e un trojan per assumere il controllo della parte multimediale delle sue vittime, tutte ragazze minorenni.

Il malvivente avrebbe contattato le vittime attraverso i social media e avrebbe spedito loro dei finti filmati, che erano in realtà dei software che gli avrebbero permesso di accedere ai dischi e all’input in tempo reale di microfono e webcam. Le vittime venivano in seguito ricattate minacciando di rivelare a terzi le fotografie contenute nei dischi o i dialoghi intercettati con microfono e webcam.

La persona è stata arresta lo scorso giugno dopo due anni di indagini.

Il criminale utilizzava questi account e questi indirizzi di posta elettronica:

  • gui_blt
  • Woods05
  • CoFfEkId014
  • ELEvatrHZrD03
  • Pimpcess03666
  • Your3name3here03
  • Bri23nice
  • Dmagecntr137
  • H2IOW14
  • ELEvATrhRZd03
  • Playgrl37
  • Your3name3here3
  • goldlion14
  • Hotchit13w
  • yousoylammer@hotmail.com
  • christ@yahoo.com
  • gui_blt@live.com
  • mistahxxxrightme@aim.com
  • zapotin@hotmail.com
  • guich_x@aim.com
  • guicho_1.1@roadrunner.com
  • mijangos3@msn.com

Come fa notare un agente federale, se il malvivente non avesse voluto contattare le vittime, avrebbe potuto continuare a rubare contenuti e a spiare le vittime per molto tempo senza che nessuno se ne accorgesse.

I comportamenti per mitigare questi crimini sono sempre gli stessi: attenzione agli allegati delle mail anche se provengono da persone note, attenzione alle mail di persone note inviate ad orari insoliti o con contenuti inusuali per quelle persone, non clickare su tutto quello che capita a tiro, sistema operativo aggiornato e antivirus sempre aggiornato e attivo e chissenefrega se rallenta il PC, tanto la parte lenta del sistema è sempre tra la sedia e la tastiera.

A questi vanno aggiunte un paio di regole di attenzione in merito alla parte multimediale: se webcam e microfono hanno un tasto di spegnimento o disabilitazione, utilizzatelo. Utilizzate solamente webcam con una luce di attività e insospettitevi se questa luce si accende quando non dovrebbe. In alternativa, coprite, sconnettete o girate la webcam quando non viene utilizzata. (via F-Secure)

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

4 pensieri riguardo “Crimini odiosi”

    1. Mi permetto di aggiungere che “usare il cervello” significa anche non aver paura di chiedere aiuto e di ammettere di essere vittima di estorsioni.

    2. Kurgan…

      si puù usare Windows senza subire situazioni simili. Credo che usare il cervello sia la cosa più importante… cosa che, purtroppo, ultimamente è fuori moda.

Spazio per un commento