“Cloud” con degli Apple //

AppleCrate II di Michael J. Mahon

C’era una volta, prima del 1994, una Apple che non si faceva problemi se qualcuno creava hardware o software da attaccare ai loro computer.

Gli schemi hardware dei computer di quella Apple erano talmente noti, che non era inusuale vedere nelle riviste di informatica del periodo progetti con fili che partivano da Apple ][ o Apple // aperti.

Visto che cloud è una delle parole fighe senza un senso preciso del momento, la tentazione di utilizzarla per descrivere la realizzazione di Michael J. Mahon è stata irresistibile.

Michael ha creato AppleCrate, un insieme di hardware, firmware [PDF] e software [PDF] che gli ha permesso di utilizzare in parallelo 17 Apple //.

Grazie al fatto che hardware e firmware dei computer Apple pre-1984 non avevano segreti e grazie al fatto che Apple non abbia messo sistemi anti-modifica del firmware su quei computer, ancora oggi una persona è in grado di scrivere un firmware ad hoc e apportare qualche modifica all’hardware per realizzare un progetto come AppleCrate.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

Spazio per un commento