Cosa e` internet?

Sono perplesso. Mi chiedo se sia io che non sono normale, o se lo sia il resto del mondo. Prendiamo la parola “internet” (nelle varie accezioni di “lo cerco su internet” o “accesso a internet” o “un po’ di cazzeggio su internet”) e vediamo che significato hanno queste frasi nella mente delle persone.

Se mi dite “Internet” io penso alla struttura di reti, server, router, eccetera che la compone, e penso alla miriade di informazioni, e alle possibilita` di lavorare, giocare, chattare, leggere, condividere idee, software, informazioni di ogni tipo, in ogni possibile formato, con ogni possibile protocollo. L’utente medio pensa “explorer” oppure pensa al “portale” che ha impostato come homepage (o  meglio alla pagina iniziale che l’ultima delle 20 toolbar che ha installato gli ha impostato), a facebook e youtube.

Se mi dite “in questo hotel c’e` un accesso a internet” io penso a quel servizio che mi permette di avere almeno un ip pubblico (anche dinamico) e che mi consente di usare qualsiasi protocollo, qualsiasi porta, qualsiasi servizio (tcp, udp, icmp, gre, ecc). Il fornitore dell’accesso spesso pensa “la porta 80 dietro un proxy basta e avanza”. L’utente medio pensa “posso vedere facebook e youtube”.

Se mi dite “con questo cellulare puoi andare su internet” io mi aspetto come minimo di poter avere un browser e un client di email completi. L’utente medio pensa “posso vedere facebook e youtube”.

Se mi dite “cazzeggio su internet” io penso a minimo una trentina di siti di roba che seguo spesso, piu` infinite cose da cercare, scoprire, leggere. L’utente medio pensa “facebook e youtube”

Dieci anni fa “internet” era davvero “internet”, cinque anni fa era “i siti web e la (web)mail” , oggi  e` “facebook e youtube”.

Credo che abbiamo un problema. Grave.

 

Autore: Kurgan

Sistemista Linux con la fissa della sicurezza

21 pensieri riguardo “Cosa e` internet?”

  1. Io facebook non lo ho e youtube è un mezzo per un fine… Il mio primo pensiero legato ad internet è Feeeed… E’ grave, dottore?

  2. @fiodortica come ti capisco… ora come ora i feed per me sono diventati una droga, tutta la rete che ti interessa nella stessa pagina (questo blog compreso). Tuttavia salvo eccezioni chi usa i feed non usa (almeno non solo, spero) per facebook e youtube!

  3. E chiediamoci cosa sia “cloud”.

    Amazon ti risponde “il nostro servizio distribuito”, IBM ti risponde “il nostro mainframe”, l’utente quadratico medio risponde “un server che non so dove sta”

    1. L’ignoranza in sè non è un male. Puoi tranquillamente non conoscere tanti dettagli più o meno tecnici della Rete (server, IP, protocolli e tutto quello che l’autore cita nell’articolo). L’ignoranza peggiore però sta nel non sapere o non capire se una cosa, un servizio come Facebook ad esempio, ti danneggia, invade la tua vita, ti sottrae subdolamente informazioni e ti impone l’ennesimo bisogno da soddisfare.

      1. No, mi sono rotto di fare il “guru” o quello che ogni volta spiega che certe cose non si fanno. E’ una battaglia persa in partenza.

        Lo considero parte della libertà umana quella di autodanneggiarsi, anche al punto di morire.

        Se uno non sa usare Facebook in maniera intelligente… beh, sono puri e semplici cazzi suoi.

        K.

  4. Secondo me il punto (che forse non era chiaro, in effetti) e` che questa ignoranza degli utenti medi porta chi fornisce il servizio sempre piu` nella direzione sbagliata. Oggi e` molto facile andare in albergo e scoprire che la tua VPN non funziona, perche` l’albergo di fatto apre solo la porta 80, e solo tramite un proxy http, per dire. E se oramai “internet” e` solo facebook e youtube, arriveremo al punto (ci siamo gia` arrivati, credo) in cui dei fornitori di connettivita` diranno “hai internet a X euro al mese” intendendo dire “hai facebook e youtube a X euro al mese” (sottinteso, il resto non si puo` accedere o costa 10 volte tanto). E` assurdo, ma e` reale.

    1. E preferiresti tornare ai tempi in cui dovevo smontare la spina dell’albergo per attaccare il modem a 1200/2400 per potermi connettere alle BBS?

      K.

        1. Kurgan…
          Peccato che non sia quello che la gente chiede e il mercato, lo sai, non lo fanno i pochi ‘colti’, ma i mille ‘idioti’.

          K.

  5. tranquillo che non sei normale 🙂
    se fossi normale non saresti in grado di digitare un url nella barra degli indirizzi o di fare una ricerca mirata su un motore di ricerca

  6. Bah, io oggi in un “libro” ho trovato scritto:

    “Un dominio di Posta Elettronica Certificata è un dominio DNS (Domain Name System) dedicato alle caselle di posta elettronica degli utenti di Posta Certificata.”

      1. Da una “minigrafia” sulla PEC di una Fondazione.

        Se cerchi quelle tre parole te la trovera’ davanti in tutto il suo splendore…

Spazio per un commento