Sempre colpa dei computer

I computer sono oramai diventati il default gateway delle colpe quando qualcosa va storto.

Non fa nulla se i computer sono utilizzati dalle persone, se i software sono (dovrebbero essere) approvati dalle persone, se i dati sono caricati dalle persone, se la supervisione è affidata alle persone.

La colpa è del computer.

Così nessuno ha colpa, nessuno è responsabile, nessuno paga. Comodo.

Ultimo ma non ultimo il caos di questa mattina dei convogli Trenord nell’area di Milano. La colpa? Il software di gestione dei turni del personale.

Non chi ha omesso le verifiche, non chi ha firmato il verbale di collaudo del software, non chi non ha richiesto opportuni test, non chi ha steso il bando di gara, non chi ha approvato la fornitura. Loro no, il software sì.

Aggiornamento 11/12/2012 – Dai twit che leggo sembra che oggi la situazione non sia migliorata di molto. Maledetti software…

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

6 pensieri riguardo “Sempre colpa dei computer”

  1. Ammesso e NON concesso che sia effettivamente colpa del software (progettato male? usato male? boh), era proprio necessario metterlo in funzione a dicembre, mese storico per quanto riguarda i disservizi di Trenord, in concomitanza con l’inaugurazione di una nuova linea e l’entrata in vigore dei nuovi orari? Provarlo a giugno-luglio-agosto? Bah….

  2. c’è un motivo se esiste il cosidetto errore umano e non l’errore del computer. Il computer è uno strumento, se mi martello il dito do la colpa al martello ? Bah … Un software fa quello per il quale è stato scritto, se non lo fa è stato scritto/usato male, ergo la colpa è di un uomo, non certo di un software che quel giorno non li va di funzionare.

  3. Da voci di corridoio assolutamente non confermate pare che dietro questo presunto errore del software si nascondano rivendicazioni o proteste del personale. In pratica un mezzo sciopero travestito.

    1. Ah un po’ come i famosi “guasti tecnici” che hanno colpito la metropolitana di Roma quando hanno inaugurato la B1…

      Hanno avuto anche il coraggio di dire che uno scambio era manovrato a mano e che quando l’operatora andava al bagno si bloccava tutto…

Spazio per un commento