Dividere per zero con un calcolatore meccanico

Se ricordate le lezioni di matematica che avete seguito a scuola saprete bene che non si può dividere nessun numero per zero, anche se magari non avete capito bene il perché. Se provate a dividere un numero per zero con una calcolatrice elettronica probabilmente avrete come risultato un “ERROR” sullo schermo.

Se provate con un calcolatore meccanico il risultato potrebbe essere interessante. Questo video mostra quello che succede quando si prova a dividere per zero su un calcolatore Facit ESA-01 a cui è stato rimosso il case.

In questo tipo di apparati la divizione è basata sulla sottrazione. Se volete dividere un numero per un altro numero la macchina comincerà semplicemente a sottrarre il secondo numero dal primo finché ci riesce. Per esempio 20 diviso 5 sarà:

20 – 5 = 15
15 – 5 = 10
10 – 5 = 5
5 – 5 = 0

Abbiamo fatto 4 sottrazioni quindi la risposta è 4.

Dividere 20 (o qualsiasi altro numero) per 0 significa sottrarre 0 da 20 un infinito numero di volte e questo potrebbe anche causare uno strappo nel tessuto spazio-temporale.

Autore: Stefano Petroni

Informatico, appassionato di fantascienza ma sopratutto cazzaro.
Socio e Vice Presidente dell’Associazione Culturale Deep Space One.
Civis romanus.

10 pensieri riguardo “Dividere per zero con un calcolatore meccanico”

  1. Praticamente vince sulle calcolatrici elettroniche dando la risposta corretta, cioè infinito!
    Non ho mai capito perché le calcolatrici danno infatti come risposta errore e non infinito. Un classico display lcd potrebbe comporre facilmente la parola InFIn

    1. Perché il risultato di una divisione per zero non è infinito. Il risultato del limite della funzione a/x per x che tende a 0 tende a infinito: non è la stessa cosa. Non esiste nessun numero reale che moltiplicato per zero mi restituisca il dividendo iniziale (diverso da zero), qualunque esso sia.
      Le calcolatrici digitali restituiscono quindi una risposta matematicamente corretta.
      La calcolatrice meccanica dà invece un modello materiale matematicamente corretto di ciò che succede alla successione a/n quando n tende a zero: non fornisce un risultato (non si ferma), ma “tende”, contando fisicamente, a infinito, che è un concetto, non un numero.

  2. bhe…. il comportamento della calcolatrice meccanica, mi pare coerente… prima o poi si fermerà per usura.

Spazio per un commento