Windows 10 Anniversary Update

Windows 10 Anniversary Update è disponibile per tutti.

La possibilità di scaricarlo attraverso la procedura di aggiornamento automatico di Windows dipende da dove ci si trova e dal carico dei server utilizzati per ottenere l’aggiornamento. Più o meno come è successo da un anno a questa parte per l’aggiornamento da Windows 7/8 a Windows 10.

Gli impazienti possono andare nella pagina degli aggiornamenti e provare a forzare la ricerca di nuovi aggiornamenti, ma anche in questo caso la disponibilità dipende dal carico dei server.

Anche il trucco di passare attraverso il gli strumenti di creazione dell’immagine ISO (Media Creation Tools) potrebbe non funzionare perché anchei server che forniscono l’immagine ISO hanno un limite di download contemporanei.

Se, invece, si vuole ritardare deliberatamente l’aggiornamento bisogna abilitare la voce Ritarda aggiornamenti in Impostazioni | Aggiornamento e Sicurezza | Opzioni avanzate.

Questo aggiornamento contiene naturalmente alcune novità.

La prima novità degna di nota non è nell’interfaccia, ma è il fatto che i driver che operano a livello kernel possono essere installati solamente se firmati digitalmente da Microsoft. Questa decisione riduce di un pochino la possibilità che terzi non autorizzati installino software pericoloso sul computer.

È stato introdotto il supporto del login attraverso dati biometrici (Windows Hello). Benché possa sembrare una caratteristica interessante, ricordate sempre le differenze tra password e impronta digitale.

Il supporto dell’interfaccia a penna è stato migliorato con Microsoft Ink, un ambiente richiamabile in qualsiasi momento con cui interagire con la penna per eseguire alcune operazioni che ora si eseguono sulla scrivania fisica, come scrivere bigliettini adesivi colorati e prendere appunti. Pare che questo sia solo l’inizio di Microsoft Ink.

Il nuovo menu Start presenta una colonna a sinistra dove sono stati spostati e ridotti ad icone gli elementi che prima erano in basso (Impostazioni, spegnimento, gestione file, profilo utente); questa colonna contiene anche l’icona  che permette di espandere la colonna. La visualizzazione delle applicazioni è ora solo in ordine alfabetico, con in cima quelle più utilizzate.

Ovviamente anche Edge, il browser integrato nel sistema, presenta alcune novità come il supporto delle estensioni, una migliore efficienza energetica per i dispositivi mobili e l’integrazione con Microsoft Hello.

Microsoft ha promesso anche un miglior sistema di notifiche, una versione aggiornata di Cortana e diverse tecnologie aggiornate per la protezione del computer.

Se volete provare la nuova versione, mettetevi in coda sui server e attendete il vostro turno.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

Spazio per un commento