Ubuntu su Sony Vaio

655-539Dopo oltre cinque anni di onorato servizio, è ora di pensionare il fidato Dell Latitude D610. Gli succede una Sony Vaio serie F VPCF12C4E. Ma come se le inventano le sigle dei modelli?

Qui di seguito le impressioni, le esperienze e i problemi incontrati durante l’installazione di Ubuntu 10.04 Lucid Lynx.

Parto con il sistema operativo preinstallato (Windows 7 Workstation) per creare i DVD di backup. Nota per Sony: altri vendor molto meno blasonati forniscono i DVD-R assieme al PC. Prendete nota.

Nel frattempo creo una chiavetta di boot di Ubuntu a 64 bit seguendo le istruzioni del sito.

Terminato il backup, prendo nota di un po’ di caratteristiche del hardware, che possono sempre tornare utili in seguito quando Windows e i driver Sony non sono più disponibili e verifico il funzionamento di ogni dispositivo.

Spengo, infilo la chiavetta con Ubuntu e avvio da quella. Il sistema parte senza problemi, ma il touchpad integrato non viene riconosciuto. Risolvo con un mouse USB, che viene installato al volo senza bisogno di riavviare.

Tolgo le partizioni di Windows 7 (boot e dati), lascio solamente la partizione di ripristino perché tanto sono solo 800 Mb su un disco di oltre 450 Gb. Creo una partizione di swap e una di root in ext4. Ubuntu viene installato in pochi minuti.

Le due schede di rete (rame e wireless) vengono viste senza problemi, installo, quindi, tutti gli aggiornamenti disponibili, sempre utilizzando un mouse esterno.

Passo alla configurazione della scheda video (nVIDIA GT 330M con 1 Gb di RAM propria). Utilizzando la funzione di Ubuntu dell’installazione dei driver proprietari, mi viene riconosciuta la scheda e vengono installati i driver. Al riavvio però X dice di non trovare il monitor. Una breve ricerca evidenzia il problema: i driver nVIDIA non riconoscono più in maniera nativa il monitor Sony. Per risolvere il problema bisogna editare xorg.conf aggiungendo il contenuto delle righe 5 e 6 come spiegato qui :

Section "Device"
Identifier      "InternalCard"
Driver          "nvidia"
Option          "ConnectedMonitor" "DFP-0"
Option          "CustomEDID" "DFP-0: /proc/acpi/video/NGFX/LCD/EDID"
Option          "RegistryDwords" "EnableBrightnessControl=1"
EndSection

Risolto il problema della scheda video e abilitato Compiz, affronto quello del touchpad. Mi viene in aiuto una pagina simile a questa in cui si suggerisce di aggiungere quattro parametri al boot di Linux:

i8042.reset
i8042.nomux
i8042.nopnp
i8042.noloop

Li aggiungo al parametro GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT del file /etc/default/grub, eseguo update-grub e riavvio per scoprire che il touchpad funziona, ma la scheda video nVIDIA non viene più riconosciuta. Dopo un paio di tentativi scopro che di quei quattro parametri sono sufficienti in #1 e il #4.

Passo all’audio e scopro che la scheda integrata viene riconosciuta, ma gli altoparlanti non funzionano perché la versione di ALSA di Ubuntu 10.04 non li supporta. Questa pagina spiega come scaricare, compilare e installare la versione compatibile di ALSA.

Verifico il lettore SD con una scheda e verifico che funziona senza problemi.

Anche la webcam funziona senza dover fare modifiche e Cheese la riconosce al volo.

Questa pagina mostra come utilizzare i tre tasti aggiuntivi (ASSIST, S1 e VAIO). Non se ne sente certo la mancanza.

Resta fuori solamente il sensore di luminosità ambientale che non è nella mia lista di priorità e restano da verificare i connettori eSATA e HDMI.

Un utente alle prime armi non sarebbe riuscito a superare alcuni ostacoli di questa installazione.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

5 pensieri riguardo “Ubuntu su Sony Vaio”

  1. Un utente piu` attento avrebbe comperato un altro Dell e non quel cesso incompatibile con il mondo e persino con se` stesso di un Sony Vaio(lo).

    1. E poi non mi va di essere troppo attaccato ad un brand 🙂 Non ho mai avuto due portatili della medesima marca: Compaq (pre-2001), HP, Dell e ora Sony.

Spazio per un commento