Fanfiction for dummies

Le fanfiction sono la croce e la delizia di un po’ tutti gli utenti di Internet. La croce per quei fan seri che vogliono solo roba genuina made in autore originale, il canon insomma che gli permette di dormire sereni la notte oppure di far finta che non esista… nel caso in cui le cose divengano seriamente imbarazzanti. Ho visto cose in canon che voi umani non avete idea… Amori incredibili (e non in senso positivo), eroi che si rincretiniscono (vale per entrambe i sessi), gravidanze improbabili e cattivoni che diventano agnellini e parlano come quindicenni…
Va detto che anche nel campo della fanfiction non è che le cose stiano meglio, eh. Tutto l’ultimo paragrafo è valido soprattutto nelle fanfiction ma lì almeno è scusabile perché ognuno si rigira la focaccia come più gli piace e ogni scarrafone è bello a mamma sua. Letteralmente. Sono personalmente colpevole di un simile crimine. Un Samurai Jack e una coppia City Hunter inzuppati nella melassa e fritti. Dei, mi viene ancora il patema a rileggerla… Non cercatela, il diabete schizzerebbe al soffitto. A meno di serio masochismo…
Allora per districarsi nel meraviglioso mondo del made in fan vanno dette un paio di premesse: cosa si cerca e in che forma. Mi spiego: tendenzialmente le fic sono romantiche e spaziano tra lo slash (storie omosessuali) e le storie d’amore più convenzionali. Non mancano sviolinate in campo furry e giù di lì ma quello non è il mio campo. Data questa premessa bisogna vedere che pairing vi interessa: la mia tendenza personale è cercare le storie più improbabili con personaggi che spaziano dal minore, al semi ignoto per giungere allo sconosciuto ai più. Per questo tipo di gusti, la ricerca è più ardua ma non del tutto disperata perché esisterà sempre qualcuno con idee e pensieri più estremi dei vostri. Provare per credere.
Ora che abbiamo dato le premesse fondamentali, tocca vedere che genere di storie si vuole: ci sono quelle del mistero, crimine, avventura e via discorrendo che, in questo caso, differiscono poco da quelle canoniche. MA… e qui va il MA, i siti hanno categorie un pochino più particolari: uno dei siti più famosi, Fanfiction.net classifica le storie con delle lettere partendo da G e PG per quelle adatte un po’ a tutti per concludere con le K, T e M che mano mano ci avviano verso lo sconcio solenne. Visto che è un sito cui accedono anche i minorenni, le M e tutte le degenerazioni vanno in un sister site che è AdultFanfiction.net. Tendenzialmente le M sono le più interessanti sia perché di solito sono il campo di persone più adulte e con meno pudori sia perché diciamocelo francamente: dopo un po’ leggere di uomini e donne adulti che spesso maneggiano armi e sanno il mondo del loro campo, che si comportano come ragazzini diventa irritante davvero.
Ultima raccomandazione: ci sono dei termini che sono associati con le fanfiction che non sono facilmente intuibili a primo impatto a meno di leggere la storia. Parlo solo di fanfiction inglesi che quelle italiane non riescono a prendermi. Quando si trova il termine: fluff vuol dire una fic dove due personaggi si scambiano tenerezze o fanno qualcosa di puccioso. Quando la fluff diventa un pochino più spinta diventa una lime e quando si scende nello sconcio diventa una lemon. Quando c’è di mezzo solo sesso senza motivazione la dicitura è assai semplice: PWP. Porn without Plot. Enjoy!

Un pensiero riguardo “Fanfiction for dummies”

  1. Oddio.
    Scrivo e catalogo ( assieme ad amici) fan fiction ma non ho mai pensato ad una profonda catalogazione come questa.

Spazio per un commento