Google URL Shortener… ne avevamo bisogno?

Sono un ‘fan’ di Google anche di alcuni dei loro fallimenti (Google Wave, ad esempio, non sarebbe stata una cattiva idea se fosse stato lanciato e diffuso non come il rivale di Facebook, ma per ben altri scopi), ma in questo caso mi chiedo se sia veramente necessario rendere ufficialmente pubblico il loro “Goo.gl URL Shortener“, in funzione da circa un annetto: non ce ne sono abbastanza… forse anche troppi?

Ovviamente secondo Google la risposta è si. Secondo loro, infatti “With goo.gl, every time you shorten a URL, you know it will work, it will work fast, and it will keep working” ma, soprattutto, “when you click a goo.gl shortened URL, you’re protected against malware, phishing and spam” che credo sia uno dei punti su cui contano di più per la diffusione di quest’oggettillo.

QRCode, prestazioni e statistiche a parte (non credo siano in tanti a leggere le statistiche dei loro shortened url) il tempo darà ragione (o meno) a Google.

E nel frattempo, ecco un test 🙂

6 pensieri riguardo “Google URL Shortener… ne avevamo bisogno?”

  1. L’url shortener e` un oggetto di satana(*). Perche` nasconde potenziali minacce, rende impossibile infatti sapere DOVE stai andando. Per uno che ha un po` di esperienza infatti leggere l’ URL di un sito e` gia` un modo per capire qualcosa del sito stesso. E anche perche`, ovviamente, e` l’ennesimo modo in cui Google viene a vedere cosa facciamo su internet. Questa moda degli URL corti, che nasce prevalentemente per aggirare una limitazione idiota di sistemi come twitter, e` deplorevole, almeno secondo me. Ma io sono decisamente intollerante e talebano nelle mie esternazioni, quindi cercare di sopportarmi.

    (*) affermazione usata in senso figurato, inserite qui il dio del male che piu` vi aggrada.

    1. Non mi preoccupa il fatto che Google sappia quello che faccio in rete. Lo sa in ventimila altri modi.

      Quello che mi non mi piace è proprio quello: ridurre un url significa impedirmi di sapere dove cazzo sto andando…

Spazio per un commento