hiybbprqag mbzrxpgjys indoswiftjobinproduction

sippinoÈ più o meno il rumore delle unghie degli sviluppatori di Bing che si arrampicano sui vetri.

Google aveva il concreto sospetto che i risultati delle ricerche di Bing venissero… migliorati attraverso una ricerca supplementare su Google.

Un primo sospetto era venuto quando cercando una parola come torsoraphy su Google appariva il risultato ipotizzando che l’utente cercasse tarsorrhaphy e avesse sbagliato a scrivere. Su Bing, invece, cercando torsoraphy apparivano i risultati di tarsorrhaphy, ma senza che l’utente venisse avvisato dell’errore di digitazione.

Insospettiti, i tecnici di Google hanno fatto quello che ogni SysAdmin farebbe al loro posto: hanno creato una serie di honeypot.

Cercando mbzrxpgjys, per esempio, Google dava come primo risultato il sito di RIM, il produttore del BlackBerry. Bing ci è cascato in pieno e anche lui dava come primo risultato il sito di RIM, finché la storia non è stata resa pubblica. (via search engine land)

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

4 pensieri riguardo “hiybbprqag mbzrxpgjys indoswiftjobinproduction”

  1. Hai usato quelle parole nel titolo nella speranza che chiunque legga la notizia su un altro sito provi a cercarne una per curiosità e trovi il tuo blog? Diabolico! 😀

Spazio per un commento