VMware Workstation 8

Oggi è uscito VMware Workstation 8.

L’installazione su Linux Ubuntu su cui era già installata la 7.x è filata via liscia: l’installer (da lanciare come root) ha prima rimosso rimosso i vecchi componenti e ha poi aggiunto le parti nuove.

Durante l’installazione viene chiesta la directory che ospita la shared VM e la porta IP su cui vengono condivise (443 per default). Per ora ho disabilitato la funzione, probabilmente farò dei test in seguito quando avrò aggiornato alla 8 anche l’installazione del portatile.

All’avvio si presenta un’interfaccia leggermente diversa, ma nulla che possa rendere poco familiare il prodotto. Da segnalare l’opzione per connettersi ad un server remoto, presumo sia Workstation, sia ESXi/vSphere. Nel menu VM spicca l’opzione Upload per caricare la VM in un ESXi/vSphere, che non ho ancora provato.

Le VM possono essere aggiornate alla versione 8 dell’hardware creando un clone della macchina virtuale oppure con un aggiornamento in place. Ho evitato di creare cloni perché ho fatto un backup di tutte le VM proprio ieri.

Se si avvia un Windows 7 con l’hardware aggiornato, il sistema rileva un po’ di hardware nuovo, ma non si lamenta; una volta terminate le operazioni di boot, si aggiornano i tool di VMware, si riavvia la VM e si può utilizzare il sistema normalmente. I nuovi tool sono di fatto uguali a quelli della versione 7.

Anche l’aggiornamento di una VM Linux (CentOS 6) non ha presentato problemi di sorta: tutto viene compilato e installato correttamente.

Insomma, tutto funziona come ci si aspetta e credo che questo sia un plus notevole per un salto di versione.

Non avendo un hardware con USB3 non posso verificarne la compatibilità.

Da segnalare il fatto di poter avviare automaticamente delle VM, feature che, spero, convinca i pochi superstiti che usano ancora VMware Server 2.0 a mollare un prodotto oramai obsoleto e non più supportato.

In conclusione, per me VMware Workstation è diventato un tool indispensabile senza il quale avrei non pochi problemi nella vita lavorativa di tutti i giorni. Questa versione 8 è una promessa mantenuta.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

Spazio per un commento