Linee di Nazca in chiave moderna

ChinaNazca

Scopro oggi da un articolo su Wired una serie di misteriose strutture nel mezzo del deserto nel territorio della Cina.
Tramite Google Maps è possibile osservare queste strutture dallo spazio e, se “inquietanti” è una parola troppo grossa da usare, sicuramente sono misteriose, più che curiose e forse anche preoccupanti.

La prima e più evidente è un apparente intrico di piste larghe approssimativamente 10-20 metri.
Non è chiaro se siano cementate, imbiancate o se si tratta di roccia madre ripulita dal suolo. Apparentemente non c’è regoalrità nel disegno: alcune sono rette, altre frastagliate. Misteriosamente tutte iniziano e finiscono bruscamente, non rappresentano nessun percorso chiuso.
A prima vista sembrano veramente delle moderne Linee di Nazca.

La seconda struttura è apparentemente simile a una pista per aerei, ma dalle strutture che la circondano non sembra un vero e proprio aeroporto. Notate che una struttura sembra finita (in bianco) e un’altra, più complessa, appare in costruzione (in marrone a sinistra).
Aumentando lo zoom si vede che la “pista” sembra formata da lastre regolari affiancate una all’altra. In basso a destra invece si vedono centinaia di piccoli pannelli colorati.
Qui c’è anche quello che sembra un velivolo in una piazzola di servizio.
Vi siete forse accorti che diverse parti di questa mappa, anche a distanza di poche centinaia di metri, sono disponibili con livelli di dettaglio diverso: alcune parti hanno risoluzioni 1 metro, altre non superano i 20m.
Non mi è chiaro se sia una limitazione tecnica del satellite che ha acquisito le immagini o una decisione successiva di chia le ha pubblicate.

Una ulteriore struttura si è prestata a interpretazioni più preoccupanti: si tratta forse di un trasmettitore radio usato per scopi simili al HAARP?
Lungi da noi l’idea di abbandonarci a banali terorie del complotto, tuttavia è innegabile una certa somiglianza degli impianti.

Ancora una struttura simile alla prima, ma a sud-ovest, è affiancata da quello che sembra un terrapieno il cui angolo, curiosamente, taglia il letto di un torrente (o un fiume prosciugato?).
A nord di quest’ultimo, si notano strane formazioni apparentemente rocciose che sembrano scavate in direzione nord-sud. Il “taglio” centrale di ognuna di esse è nero: si tratta forse di un pozzo di grande profondità?

Ovviamente non è possibile per noi trarre conclusioni semplicemente guardando queste immagini.
Potrebbe trattarsi semplicemente di poligoni di tiro o zone di addestramento militare.
Magari una simulazione di una campo base sulla Luna o Marte, qualcosa di simile alla Mars Desert Research Station.

Le possibilità sono centinaia e non cediamo alla tentazioni di fare illazione necessariamente infondate. Ci piacerebbe tuttavia vedere una spiegazione a proposito dell’esistenza e dello scopo di queste strutture: per quanto la notizia non sia nuova e le formazioni esistano almeno da due anni, non mi sembra di aver trovato nessua spiegazione della loro esistenza, per lo meno su internet.

Autore: Luca Mauri

Prima di tutto un Geek e un Trekker, Luca Mauri lavora come IT Manager. Entusiasta della esplorazione spaziale e della scienza in generale. È un lettore vorace e un fotografo amatoriale. Fa parte della piccola schiera degli INTJ.

Spazio per un commento