La fruizione dei siti Internet nel 2021


Vi serve un’informazione, la cercate sul vostro motore di ricerca preferito, trovate il sito che vi sembra quello giusto, cliccate il link e quello che succede è troppo spesso questo.

Se avete la sfortuna di usare un dispositivo mobile l’esperienza è ancora peggiore perché i vari popup sono più intrusivi e la limitazione dello schermo non vi fa capire immediatamente se siete rimasti sul medesimo sito oppure siete stati ridiretti altrove.

L’utilizzo di un plugin come uBlock Origin (attenzione! la pagina è su GitHub, non visitate la pagina del presunto Ad Blocker il cui indirizzo finisce con .org) oppure I Don’t Care About Cookies potrebbe migliorare un pochino la vita. Esistono anche plugin specifici per i siti social come ad esempio FB Purity.

Anche con dei sistemi di autodifesa attivi resta il fatto che la maggior parte dei siti offre un’esperienza di utilizzo inutilmente invasiva e spesso si fa di tutto per impedire che un utente raggiunga facilmente l’informazione che cerca.

La vasta distribuzione di questi pop-up è dovuta principalmente alla standardizzazione dei software utilizzati per creare i siti, siano essi CMS già pronti o librerie per creare CMS personalizzati.

In entrambi i casi sono disponibili (e sono spesso dei selling point) funzioni che permettono di creare facilmente finestre bloccanti intrusive.

C’è anche chi ha trasformato questo bombardamento di inutilità in un gioco.

,

3 risposte a “La fruizione dei siti Internet nel 2021”

  1. Si, effettivamente se paragoniamo il web, non dico delle origini, ma anche solo di una decina di anni fa, è andato molto peggiorando. Pubblicità ossessive, richieste continue di interazioni con le pagine web, ecc. Senza parlare poi dei notiziari online, un incubo. Senza un ad-blocker è impossibile consultarli

  2. In effetti, utilizzare Internet in queste condizioni, è quasi un’impresa ! Adopero ADBlock sul PC e lo smartphone non lo uso mai, ma molte volte sono in difficoltà lo stesso !

  3. Pure Toggle Website Colors (Tab) e basta con questo dark theme. ricordo ancora le polemiche sullo sfondo della shell

Rispondi a Furtivamente Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.