Archiviare i testi

Mi riferisco ai testi corti, orientativamente entro i 10k.

Chi bazzica da… qualche anno nell’informatica e nella telematica ha sicuramente accumulato un sacco di piccoli file di testo, magari anche in vari formati, che valgono la pena di essere conservati, vuoi per riferimento tecnico, vuoi per motivi personali.

La classica catalogazione via file system non è molto efficiente per i testi perché non si possono correlare e catalogare come si deve.

La mia soluzione, ma non è detto che sia la migliore, è stata quella di utilizzare MediaWiki, ovvero il software su cui si basa Wikipedia.

Per implementare questa soluzione bisogna avere qualche esperienza con Apache, MySQL e PHP. Esistono dei kit pronti all’uso per installare un sistema simile sul proprio PC, ma il rischio è di non essere in grado di fare un backup corretto dei dati e, quindi, perdere tutti i contenuti in caso di problemi.

Se si decide di mettere online la propria wiki di testi, è bene tenerla sempre aggiornata; la mailing list MediaWiki announce è l’ideale per questo scopo.

Una volta creato il proprio utente amministrativo, è bene rinforzare la sicurezza della wiki. Il file di configurazione di un’installazione di MediaWiki è LocalSettings.php. La sicurezza degli utenti è regolata dall’array multidimensionale $wgGroupPermissions, ecco alcune impostazioni consigliate per una wiki personale:

$wgGroupPermissions['*']['edit'] = false;
$wgGroupPermissions['user']['edit'] = false;
$wgGroupPermissions['*']['createaccount'] = false;

Questi parametri servono a disabilitare per tutti gli utenti generici la modifica delle pagine e a bloccare la creazione di nuovi utenti. In questo modo si mitigano gli effetti di eventuali bachi del software o della sicurezza, è comunque bene leggersi la sezione del manuale relativa alla gestione degli utenti.

Una volta installato e configurato il software, bisogna solamente aggiungere i contenuti. Chi non è avvezzo alla filosofia di funzionamento di MediaWiki all’inizio si troverà spiazzato; ci sono moltissime guide online su come compiere i primi passi.

All’inizio è sufficiente familiarizzare con i concetti basi di formattazione dei testi e fare alcune prove. Il lato positivo è che se si vuole implementare una soluzione è sufficiente vedere come l’ha implementata Wikipedia e replicare la soluzione.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

8 pensieri riguardo “Archiviare i testi”

  1. Assolutamente comodissimo, l’ho installato diverse volte presso clienti che avevamo gli stessi problemi e i commenti sono sempre stati molto positivi.
    Lo uso sempre su virtual machine così anche chi non sa farne un backup lo fa dell’intera macchina. Se uno non vuole impegnarsi nemmeno nell’installazione, ci sono delle virtual appliance pronte all’uso, come ad esempio su Bitnami.
    Ciao.

    1. Copia e incolla 🙂

      Se la roba e’ VERAMENTE vecchia, hai formati diversi e devi un po’ ripulire i file sorgente. Meglio fare un po’ di lavoro in piu’ all’inizio per avere un database sanificato.

Spazio per un commento