Il poliziotto grep

A long time agoGib Van Ert ha scritto A long time ago – Growing up with and out of Star Wars e l’ha pubblicato come eBook su Amazon.

Il libro descrive come il primo Star Wars, quello del 1977, abbia influenzato l’immaginario di un bambino che ora è diventato adulto. Potrebbe essere la storia di molti di noi.

Il libro di Gib non è un romanzo, non racconta una storia inventata ambientata nell’universo di Star Wars, non utilizza i personaggi della saga per intrattenere i lettori.

Il giorno di Natale Amazon ha fatto un brutto regalo a Gib perché gli ha comunicato che il suo libro è stato rimosso dal Kindle Store in quanto utilizza dei marchi registrati (Star Wars).

È evidente a tutte le persone di buon senso che non c’è nessuna violazione. Inoltre Amazon ha agito in maniera autonoma, in quanto non c’è stata alcuna lamentela da parte del detentore dei diritti.

Sicuramente nell’accordo di licenza per l’utilizzo del Kindle Store ci sarà scritto da qualche parte che Amazon può fare quello che ha fatto, ma questo tipo di comportamenti orwelliani devono far riflettere sull’opportunità di affidare la pubblicazione di libri a terzi che non rispondono alle nostre stesse leggi. (via Cory Doctorow)

Aggiornamento del 27/12/2012L’eBook è ricomparso sul Kindle Store. Brittany Turner, un rappresentante delle pubbliche relazioni di Amazon, ha informato che il libro è tornato ad essere disponibile e non ha fornito altre spiegazioni.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

6 pensieri riguardo “Il poliziotto grep”

  1. A essere onesto, la cosa che mi stupisce più di tutte è la totale mancanza di supporto da parte di Amazon verso l’autore, come documentato dalle email di risposta del tutto generiche che ha pubblicato sul suo sito.
    In questo caso Amazon ha dimostrato un comportamento equivalente alla peggiore Azienda Pubblica italiana dei “tempi d’oro”.
    Veramente assurdo.

    Come unico lato positivo in questa faccenda, vedo solo l’aver appreso che KDP non potrà essere la piattaforma su cui pubblicare il libro di SiamoGeek quando decideremo di fare un volume del blog 😛

    1. Dare risposte sensate implica avere gente con senno che risponde, quella gente costa e abbassa i margini di guadagno. Meglio usare delle scimmie a cui dici di premere un tasto se la risposta contiene una parvenza di documento oppure un altro tasto.

  2. Il tuo articolo contienei marchi “Star Wars”, “Amazon”, “Kindle” e pure quello “store”…
    Sei già preoccupato delle possibili conseguenze legali?

Spazio per un commento