Cambio politiche di AVG

avgIl prossimo 15 ottobre cambierà la politica del trattamento dei dati dell’antivirus gratuito AVG.

Volendo fare una sintesi imprecisa e molto succinta, da giovedì prossimo la società di Brno utilizzerà i dati non personali per scopi commerciali.

Per il nostro diritto un dato personale è quello che identifica una persona.

L’informativa di AVG dice:

I dati che non consentono l’identificazione dell’utente, denominati “dati non personali”, vengono utilizzati per numerosi scopi, ad esempio per migliorare prodotti e servizi e per continuare a rendere disponibili gratuitamente le offerte gratuite. In particolare, AVG può utilizzare i dati non personali per creare profili di dati anonimi e fornire marketing segmentato, generare informazioni statistiche aggregate e per migliorare e amministrare i prodotti correnti e creare nuovi prodotti.

Sempre in base alla medesima informativa AVG classifica unilateralmente tra i “dati non personali” che possono essere oggetto delle attività di cui sopra questi dati:

  • ID pubblicità associato al dispositivo.
  • Cronologia delle esplorazioni e delle ricerche, inclusi i metadati.
  • Provider di servizi Internet o rete mobile utilizzati per la connessione ai prodotti.
  • Informazioni relative ad altre applicazioni che possono essere presenti nel dispositivo e al modo in cui vengono utilizzate.

Però il Garante all’URL già citato dice che tra i dati personali di un individuo rientrano quelli che “possono fornire dettagli sulle sue caratteristiche, le sue abitudini, il suo stile di vita, le sue relazioni personali”. È evidente che la cronologia del browser e delle ricerche rientra nella sfera dei dati che possono fornire dettagli sulle abitudini di una persona.

Non è detto che le nuove politiche di AVG debbano avere come unica reazione la disinstallazione del prodotto: ci possono essere persone a cui va bene cedere a terzi la storia dei siti visitati e le parole cercate sui motori di ricerca per un antivirus. In alternativa, con poche decine di euro l’anno ci sono tanti altri prodotti analoghi.

Chiarimento per evitare commenti inutili: alcune volte gli antivirus sono oggetto di comportamenti da tifoseria, qui non si vuole prendere una posizione da tifosi pro o contro questo prodotto.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

Spazio per un commento