Sicurezza stampanti HP: non si fa così

Giramento di pallePochi giorni fa HP ha annunciato di aver rilasciato gli aggiornamenti del firmware delle stampanti coinvolte in un problema di sicurezza.

Il problema riguarda la possibilità di installare su alcune stampanti HP un firmware non originale (video) che può esporre dati riservati oppure modificare i parametri di funzionamento della stampante causando danni e, potenzialmente, incendi.

Il problema è che HP, in una maniera assolutamente irrituale rispetto a casi analoghi, non ha pubblicato l’elenco dei modelli coinvolti, ma dice semplicemente di accedere alla sezione del supporto del suo sito, mettere il nome del modello della stampante, selezionare Download e verificare se c’è un aggiornamento del firmware.

Questa scelta è stata probabilmente dettata da qualche genio delle pubbliche relazioni o del dipartimento legale, i quali preferiscono sempre nascondere la polvere sotto il tappeto e gestire in seguito eventuali problemi, scommettendo sul fatto che o non succeda nulla oppure si possa minimizzare o smentire.

Se questa era la norma nel secolo scorso, nel 2012 la mancanza di trasparenza in questo tipo di comunicazioni non paga più, specialmente quando ci sono molte alternative alle stampanti HP a prezzi vantaggiosi.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

7 pensieri riguardo “Sicurezza stampanti HP: non si fa così”

    1. Questa mattina dopo aver pubblicato l’articolo ho passato mentalmente in rassegna i miei clienti da avvisare e mi sono accorto che quasi tutti, col tempo, hanno gia’ cambiato le HP con multifunzioni di varie marche.

  1. Solo per inciso, la mia personale esperienza mi ha convinto che la HP negli ultimi 20 anni sia passata dall’olimpo della informatica personale alla polvere dei peggiori produttori taiwanesi.
    Sono cresciuto nel mito dei personal computer e periferiche HP che rappresentavano la massima tecnologia e affidabilità e ora mi ritrovo con prodotti scadenti e servizi inesistenti.

  2. Molte marche blasonate sono passate dalle stelle alle stalle. Nella mia esperienza personale, HP e` una di queste, soprattutto nel campo delle stampanti (ho anche piccoli serverini che invece sono molto onesti per quelle 2 lire che costano). Un’altra, che non c’entra con l’informatica, e` Ph1L1p5. Una volta producevano buoni prodotti, oggi marcano robaccia cinese della qualita` piu` infima e siccome e` marcata con un nome di un grande brand la vendono a 5 volte il prezzo dello stesso identico oggetto cinese. Ho qui a casa un VHS+DVD che e` la prova tangibile di questo comportamento. Ho anche visto il medesimo modello IDENTICO a marca “antani” a un terzo del prezzo, qualche giorno dopo avere comperato il mio, ed essermi accorto che era un cesso inverecondo.

    (il nome del produttore e` stato un po` offuscato per evitare che il medesimo faccia una causa per diffamazione, perche` per quelle chissa` come mai i soldi ci sono sempre)

Spazio per un commento