Primi dettagli su Sense8

Escono i primi dettagli su Sense8, la serie coprodotta dai Wachowski (Matrix) e da J. Michael Straczynski (Babylon 5).

Otto persone in diversi punti della Terra scoprono di poter dialogare telepaticamente tra loro e si devono confrontare sia con questo nuovo potere sia con le reazioni delle persone che le circondano e con i loro rispettivi governi. Non è molto ma è un passo avanti rispetto alla descrizione criptica di cinque mesi fa.

Netflix ha ordinato una stagione di dieci episodi, scritti, girati e prodotti interamente dai Wachowski e da Straczynski. La stagione verrà prodotta tutta in una volta come un unico film di dieci ore. Le riprese saranno fatte il più possibile nei teatri di posa a Chicago, ma contemporaneamente i tre produttori, oppure altri tre registi, gireranno on location nelle varie città dove vivono le persone dotate di questo nuovo potere. Tra le città ci saranno Mumbai, Nairobi e Londra; con ogni probabilità sarà Straczynski a dirigere le riprese britanniche.

Il titolo della serie è un gioco di parole inventato da Lana Wachowski tra l’aggettivo sensate (percepito con i sensi) e il fatto che la serie parla di otto persone collegate telepaticamente tra loro.

La serie debutterà su Netflix il prossimo autunno, il casting avverrà all’inizio del 2014. (via Comic Book Resources)

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

2 pensieri riguardo “Primi dettagli su Sense8”

  1. Oramai, ogni volta che devo iniziare a vedere una nuova serie sono fortemente indeciso se farlo prima che l’abbiano finita. Non e` carino iniziare a guardare una serie con una trama non banale e poi vedere che la interrompono prima di arrivare alla conclusione.

    Per la cronaca, ho iniziato a vedere (e leggere) Il Trono di Spade solo quando ho saputo che George R.R. Martin ha lasciato precise disposizioni su come la serie deve finire.

    Sono il solo che si pone questo problema?

Spazio per un commento