Enjoy-Eni, ritorno al passato

RaccomandataPremessa: sono un felicissimo abbonato a Car2Go, il primo servizio di car sharing privato di Milano. Quando mi sono iscritto, dopo aver fornito tutti i miei dati online (inclusa la patente), mi sono recato a ritirare la tessera in uno dei diversi centri.
Verso la fine di Dicembre dello scorso anno ho cercato di iscrivermi ad un altro servizio identico, Enjoy, di proprietà di Eni. Durante la procedura di iscrizione fatta totalmente online (esattamente come quella di Car2Go) ho scoperto che “informaticamente” la mia patente era scaduta. Sottolineo l'”informaticamente” in quanto nella realta la mia patente era validissima, come aveva anche verificato Car2Go all’atto del ritiro della tessera.

La procedura di iscrizione a Enjoy aveva, comunque, memorizzato la mia email. Mi avevano scritto per spiegarmi che siccome io avevo la patente scaduta loro non potevano completare la procedura. Ho provato a spiegare loro che il loro controllo è solo informatico ma che avevo tutto il necessario per confermare la mia patente, esattamente come avevo già fatto con il loro concorrente, ma questi hanno bellamente ignorato la cosa.

Ora che anche dal punto di vista “informatico” la mia patente è valida, ho scritto a Enjoy per sapere come fare a far si che il mio indirizzo di email che avevo utilizzato per iscrivermi, fosse cancellato dai loro archivi. Non potendo usufruire del loro servizio, infatti, non volevo nemmeno che il mio indirizzo di posta fosse in mano a loro, che loro potessero utilizzarlo per qualsiasi scopo, prima di tutto commerciale. E’ vero che quando mi iscrivo in questi servizi io sono sempre molto attento ed utilizzo un indirizzo di email “personalizzato” così da sapere esattamente chi e quando mi spamma, ma il solo fatto che loro avessero un mio indirizzo senza ricevere nulla in cambio mi infastidiva.

In questo caso, però, ho ricevuto una risposta:

Gentile Cliente,

Ti ricordiamo che per cancellare la Sua iscrizione al servizio, può comunicarlo con un preavviso di 30 giorni al Team enjoy con una raccomandata A/R, all’indirizzo:
Servizio Car Sharing enjoy
c/o Eni S.p.A. div. R&M
via Laurentina, 449 – 00142 Roma

Grazie per averci contattato

Il Team enjoy

Riassumendo: nel Febbraio 2014, io cerco di iscrivermi online ad un servizio. Questo servizio non può essere erogato (non importa di chi sia la colpa) e rimane solo il mio indirizzo di posta. Chiedo che quell’email sia cancellata e per farlo io devo mandare 30 giorni prima una raccomandata A/R ad un indirizzo di posta fisico? Neanche un indirizzo PEC… solo posta fisica? Ma complimenti!
Ma non si vergognano? Nel 2014.

Ci si chiede come mai si faccia fatica a progredire. Questa è una risposta.
Sino a quando avremo a che fare con sistemi retrogradi, gestiti da persone che non hanno assolutamente alcuna visione del mondo reale, difficilmente potremo andare avanti e migliorare.

7 pensieri riguardo “Enjoy-Eni, ritorno al passato”

  1. “Gentile Cliente,Ti ricordiamo”

    Io gli toglierei esplicitamente anche l’autorizzazione a darti del tu…

  2. Tra parentesi, l’indirizzo e’ a due palazzi di distanza dal mio ufficio, e vi ho anche lavorato quando era la sede dell’AGIP.

    1. Infatti, prevedendo che uno gli togliera` l’autorizzazione a dare del tu, a meta` frase passano al lei 🙂

      Comunque, se e` a due palazzi di distanza, puoi andare tu a cancellargli i dati (l’eliminazione fisica del server mi pare un buon modo)

      1. Ah, tra parentesi, gradirei l’astensione dall’uso di dispositivi nucleari a breve distanza dalla mia persona.

  3. Con un centinaio di euro in mano ai giusti Russi, puoi annientare ‘informaticamente’ l’intera struttura, volendo.
    Retrogradi come sono, non oso pensare che tipo di sicurezza è stata utilizzata per archiviare i TUOI dati personali.
    A questi signori non affiderei nemmeno una mail sbagliata.

    Grazie per l’informazione. Servizio ‘erasato’.

    Salumi

  4. Come se fosse una novita`. Per iscriversi a un servizio e` sufficiente dire “si” al telefono, anzi molto spesso e` sufficiente aver risposto alla telefonata del truffatore di turno. Per cancellarsi, o per qualsiasi attivita` sgradita e scomoda per il suddetto fornitore di servizio, ecco che devi mandare una raccomandata AR su pergamena fatta con pelle di unicorno rosa, vergata con una penna d’aquila intrisa nel sangue di una vergine nella notte del solstizio d’inverno.

    E` tutto normale.

  5. e dov’è la novità? Con Tim per attivare offerte o altro a momenti basta sbattere le ciglia, ma per richiedere un legittimo rimborso, L’UNICO modo è mandare un fax. UN FAX!!!!!!!

Spazio per un commento