“Le garantiamo un altissimo posizionamento su Google!”

Echi dal passato 2 / Echoes from the past 2Quante volte avete sentito dai vostri clienti qualche fornitore o guru del SEO che se ne usciva con una frase come questa?

Cialtroni e millantatori che dicono di possedere “ricette segrete”, “trucchi infallibili”, “furbate” o altre idiozie simili sono molto comuni tra chi si improvvisa e si rivende come profondo conoscitore del web.

Il SEO, quello serio, è qualcosa di valido e di utile, le cui radici affondano nei vecchi consigli tipo “non mettere solamente immagini e flash perché sennò i motori di ricerca non indicizzano un accidente” e si è evoluto negli anni in qualcosa di sofisticato, di pari passo con l’evoluzione dei motori di ricerca.

Spesso una regola empirica per valutare la bontà di alcune direttive è trovare riscontro delle medesime su Internet. Utilizzare trucchi per cercare di fregare l’algoritmo di ranking è una pessima idea per varie ragioni, tra cui: (a) posto di farcela, il trucco funziona per un tempo molto limitato; (b) se in tanti conoscono il trucco (non crederete davvero al guru del SEO, vero?!), il millantato vantaggio si appiattisce; (c) i motori di ricerca cambiano gli algoritmi nel tempo per scartare chi cerca di fregarli.

Per avere un’idea del punto (c), basta considerare che Google ha apportato 86 modifiche nei soli mesi di giugno e luglio.

Autore: Luigi Rosa

Consulente IT, sviluppatore, SysAdmin, cazzaro, e, ovviamente, geek.

5 pensieri riguardo ““Le garantiamo un altissimo posizionamento su Google!””

  1. Io penso che questi millantatori esistono solo perché esiste una domanda fatta da persone *ignoranti in materia posizionamento*.

    Una di queste persone (che si sta realizzando il sito da solo e lo sta ospitando su un proprio server locale con la sua normalissima ADSL), qualche giorno fa mi ha chiesto non tanto i trucchi, ma letteralmente:

    – “cosa ci vuole per essere primi su google in una settimana?”

    La mia risposta è stata
    – “un miracolo”.

    😀

  2. Io come sistemista mi sono trovato piu` di una volta a fare riunioni con dei SEO, una razza che io impiccherei con le loro stesse budelle a prescindere. Ho sentito ogni sorta di “ricetta” per il posizionamento, molte delle quali, chissa` come mai, si basavano sullo sconvolgimento di tutti gli URL del sito (dinamico, ovviamente) e richiedevano migliaia di regole di mod-rewrite, che toccava a *ME* configurare.

    Ovviamente il cliente aveva una sola richiesta: essere il PRIMO su google (alcuni volevano essere PRIMI anche su altri motori), e ovviamente voleva essere il PRIMO per piu` o meno qualsiasi ricerca lo riguardasse. Quinde se per dire era una utensileria, doveva essere primo se scrivevi “bullone”, “brugola”, “chiave a tubo”, “chiave a taglio”, “fresa”… certo, si`, come no.

  3. Non è vero … i veri guru del SEO esistono: gente che è capace di vendere la prima posizione (no, non la prima pagina, proprio la prima posizione) per la stessa keyword a decine di clienti diversi.

  4. Buongiorno, le offriamo un piazzamento al primo posto su Google, ed inoltre abbiamo anche in vendita questo immobile in pieno centro a Roma, di forma ovale, risalente all’epoca romana, in corso di restauro.

    Prezzi modici

Spazio per un commento